le notizie che fanno testo, dal 2010

WikiLeaks: fermato Rudolf Elmer per i CD consegnati ad Assange

La polizia svizzera ha fermato l'ex banchiere Rudolf Elmer, accusato di aver violato il sistema bancario svizzero. Elmer aveva consegnato lunedì scorso dei CD con all'interno migliaia di nomi di cittadini (e politici) protagonisti della finanza offshore. I politici tremano, ma non quelli italiani.

Sembra che grazie a WikiLeaks si stia muovendo qualcosa nelle coscienze di chi conosce, letteralmente, come va il mondo.
Anche a costo di grossi guai e di un cambiamento radicale di vita Julian Assange fino all'ultimo sostenitore e follower di Twitter (tutti sotto inchiesta per la giustizia USA, leggi "Twitter: USA indaga su TUTTI i follower di WikiLeaks, anche italiani" http://is.gd/M2f2ff) paiono davvero determinati a sapere e condividere la verità.
E il sistema bancario, vera "matrix" della realtà in cui viviamo, non fa eccezione. Qualcosa si muove dietro il pelo sullo stomaco dei banchieri, qualcosa ricomincia a battere nei caveau inaccessibili.
Negli scorsi giorni Julian Assange si era rivisto sui telegiornali mainstream per la consegna, da parte dell'ex banchiere Rudolf Elmer, di due cd con migliaia di nomi di possessori di conti offshore.
Ovviamente tra queste ricche persone non mancano i politici (sembra siano 40, come la leggenda dei ladroni) che potrebbero aver rovinata la carriera per il solo sospetto di aver evaso le tasse o nascosto capitali di dubbia provenienza.
E' chiaro che se mai ci fossero dei politici italiani non ci sarebbe alcuno scandalo, visto che non esiste più la vergogna nel nostro Paese e la parola "dimissioni" è stata cancellata da tempo dal vocabolario.
Fatto sta che a causa della consegna di questi nomi, che lo staff di WikiLeaks analizzerà per valutarne la pubblicazione (oltre a consegnarli alle autorità competenti) si apprende che Rudolf Elmer è stato arrestato per aver "violato il segreto bancario elvetico". Elmer l'aveva in realtà già violato anni fa, quando aveva consegnato a WikiLeaks i primi nomi, e per questo è stato condannato definitivamente in questi giorni.
In una breve intervista ad Elmer di Mattia Bernardo Bagnoli per l'ANSA, prima del fermo, l'ex banchiere dichiarava "La mia speranza e' che la gente comune, l'uomo della strada, alla fine di questa vicenda arrivi a comprendere la natura della finanza offshore, come funziona, e quali implicazioni abbia per i contribuenti. Mi sono fatto l'idea che i settori professionali ne siano già a conoscenza" (http://is.gd/tpBBkX).
Sicuramente con il suo coraggio e con WikiLeaks un grande passo è stato fatto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: