le notizie che fanno testo, dal 2010

WikiLeaks conferma: Snowden chiederà asilo politico nel Paese cui è diretto

In una nota, WikiLeaks conferma che Edward Snowden chiederà asilo politico nel Paese cui è diretto, ora che ha lasciato Hong Kong. Ed Snowden ha infatti chiesto al team WikiLeaks di utilizzare la loro competenza ed esperienza giuridica affinché fosse garantita la sua sicurezza.

WikiLeaks, in una breve nota, conferma quello che già molti sospettavano (e alcuni speravano). Il sito fondato da Julian Assange spiega che Edward Snowden, l'informatore americano che ha rivelato le prove di un regime di sorveglianza globale condotto dalle agenzie di intelligence degli Stati Uniti e del Regno Unito, ha lasciato Hong Kong legalmente. La nota prosegue spiegando che Ed Snowden è quindi diretto verso una nazione democratica attraverso un percorso sicuro, scortato da diplomatici e consulenti legali di WikiLeaks, dove chiederà asilo politico. Il comunicato diffuso via Twitter sottolinea che è stato Edward Snowden a chiedere al team di WikiLeaks di utilizzare la loro competenza ed esperienza giuridica affinché fosse garantita la sua sicurezza. Una volta che il signor Snowden arriverà alla sua destinazione finale, la richiesta di asilo politico verrà elaborata formalmente. L'ex giudice Baltasar Garzon, direttore legale di Wikileaks e avvocato di Julian Assange, ha quindi rilasciato la seguente dichiarazione: "Sono interessato a preservare i diritti del sig. Snowden e a proteggerlo come persona. Quello che è stato fatto ad Edward Snowden e Julian Assange, che hanno facilitato la divulgazione di materiale di interesse pubblico, è un affronto contro la gente".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: