le notizie che fanno testo, dal 2010

WikiLeaks a Napoli: Julian Assange te piace 'o presepe?

WikiLeaks è un fenomeno mondiale e ora lo si può dire ufficialmente perché anche Genny Di Virgilio, noto maestro pastoraio di San Gregorio Armeno ha modellato la statuetta dell'uomo che sta facendo tremare i potenti: Julian Assange.

Julian Assange è il ricercato internazionale numero uno, neppure fosse Osama Bin Laden. Reo di aver pubblicato decine di migliaia di documenti che mostrano l'ipocrisia dei governi mondiali alle spese dei cittadini del mondo, si rifugia da qualche parte in Inghilterra, pare, e il suo sito WikiLeaks trasloca di server in server per non farsi cancellare da una internet che di libero e democratico non ha niente.
Mentre la maggioranza della gente continua a non interessarsi della vicenda (solo quando i media mainstream decideranno l'attenzione sarà focalizzata sul problema o su ciò che ne rimane) Julian Assange può vantare la solidarietà dei giornalisti indipendenti e di tutti i cittadini e le associazioni libere che credono nella libertà di stampa e di parola.
Anche un artigiano napoletano ha pensato di celebrare Assange tanto che l'ha messo nel suo presepio napoletano. L'artigiano è Genny Di Virgilio che a San Gregorio Armeno, Napoli, ha creato e messo in vendita la statuetta di Julian Assange per chi la volesse mettere insieme a quella di Silvio Berlusconi e Maradona. Julian Assange sorride e mostra una lavagnetta nera con scritto WikiLeaks. Sperando che, prima o poi, Assange possa comprarla di persona dall'artigiano, da persona libera in un mondo libero.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: