le notizie che fanno testo, dal 2010

WikiLeaks Premio Nobel per la Pace 2011. E' un "concorrente naturale"

WikiLeaks candidata ufficialmente al Nobel per la Pace da un legislatore norvegese che ricorda che il sito "è uno dei più importanti contributori per la libertà di parola del 21esimo secolo".

Sarebbe davvero bello vedere Julian Assange ritirare per WikiLeaks il Premio Nobel per la Pace. Sarebbe anche una garanzia per il giovane giornalista di non finire a Guantanamo oppure assassinato, come diversi politici, in tutto il mondo, si sono augurati nei "giorni caldi" del "cablogate". Barack Sarebbe anche simpatico vedere Barack "Change" Obama e Julian "WikiLeaks" Assange seduti a parlare insieme, sarebbero due giovani premi Nobel per la Pace che discutono alla pari di democrazia e di libertà di espressione. Ovviamente gli attivisti di tutto il mondo non credono che questo accadrà, è per molti solo un sogno. La consapevolezza di chi appoggia WikiLeaks è che uno Zuckerberg qualunque soffierà il premio, come è successo per l'Uomo dell'Anno. Ma il Premio Nobel a WikiLeaks rimane una "possibilità" visto che da quanto si apprende dalle cronache, WikiLeaks è stata "nominata" per il 2011 Nobel Peace Prize. Snorre Valen, parlamentare norvegese, ha infatti candidato il sito dichiarando che "è uno dei più importanti contributori per la libertà di parola del 21esimo secolo". Per l'illuminato legislatore norvegese WikiLeaks è infatti un "concorrente naturale" per il Nobel della Pace visto che informa sulla corruzione, sui diritti umani, sui crimini di guerra.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: