le notizie che fanno testo, dal 2010

Fake news manipolano elezioni? WikiLeaks: fu CIA a spiare voto Francia 2012

Mentre il mondo (soprattutto quello di area democratica) inizia la battaglia contro le cosiddette fake news con la scusa che potrebbero manipolare le elezioni, WikiLeaks pubblica i primi documenti della serie Vault 7 svelanmdo che a spiare (e manipolare?) le presidenziali francesi del 2012 su la CIA.

Altro che fake news. Mentre il mondo (soprattutto quello di area democratica) punta il dito contro la Russia, in Italia cominciano ad essere depositate proposte di legge liberticide contro la libertà di espressione (in questo caso dei blogger) ed in Francia 8 giornali, con a capo Le Monde, si alleano con le multinazionali Google e Facebook con la scusa di combattere il fenomeno delle bufale che potrebbero influenzare l'imminente voto, WikiLeaks rivela che fu l'americanissima CIA ad interferire nelle elezioni presidenziali francesi del 2012.

Nella serata di ieri, WikiLeaks pubblica infatti una serie di documenti che provano che nei mesi precedenti le elezioni presidenziali del 2012 in Francia tutti i principali partiti politici sono stati spiati sia da agenti in carne ed ossa ("HUMINT") che da robot, intesi come software informatici ("SIGINT").

E questi sono solo alcuni dei documenti sulla CIA della serie Vault 7 che WikiLeaks è in procinto di pubblicare.

Tra i partiti spiati dalla Central Intelligence Agency il Partito Socialista francese (PS), il Fronte Nazionale (FN) e l'Unione per un Movimento Popolare (UMP). Ad essere monitorati dagli Stati Uniti l'ex e l'attuale presidente francese, Nicolas Sarkozy e Francois Hollande, ma anche diversi esponenti politici che concorrono oggi per l'Eliseo, in primis Marine Le Pen. Lo spionaggio riguardava anche gli ex candidati socialisti Martine Aubry e Dominique Strauss Kahn.

Interessante il fatto che la CIA valutò che il partito del presidente Sarkozy non avrebbe vinto le elezioni del 2012, come poi avvenne. In questi 10 mesi pre e post elettorali, che vanno dal 21 novembre 2011 al 29 settembre 2012, la CIA ha difatti raccolto informazioni non solo sulle strategie elettorali di partiti e candidati, ma anche sui dibattiti interni, sui finanziamenti e sui rapporti con gli altri Paesi dell'UE e con gli Stati Uniti.

Inoltre, l'agenzia di spionaggio statunitense ha valutato come i diversi candidati all'Eliseo avrebbero gestito la
la crisi economica che si era abbattuta sull'Unione europea e la loro posizione sulla crisi del debito greco, tanto da aver raccolto tutto il materiale possibile per capire la vulnerabilità del governo francese e delle banche francesi nel caso di un default della Grecia.

Ovviamente, le rivelazioni di WikiLeaks pongono diversi quesiti: la CIA sta spiando anche gli attuali candidati alle presidenziali francesi? Ma soprattutto, questo materiale è in grado di manipolare le elezioni in Francia che si terranno il 23 aprile (primo turno) e il 7 maggio (secondo turno)?

Ovviamente, è lecito poi pensare che la CIA abbia e continui a spiare anche altri Paesi, con il rischio che gli 007 USA e quindi Washington (e non le fake news) influenzino il libero esercizio del diritto di voto dei cittadini, che rappresenta la più alta espressione di democrazia che un Paese possa avere.

© riproduzione riservata | online: | update: 17/02/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Fake news manipolano elezioni? WikiLeaks: fu CIA a spiare voto Francia 2012
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Il sito utilizza cookie di 'terze parti', se prosegui la navigazione o chiudi il banner acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickquiCHIUDI