le notizie che fanno testo, dal 2010

Quadrophenia degli Who avrà un sequel. Con Jimmy e Monkey ma senza Sting

Quadrophenia riemerge dalla quadrafonia e dalla schizofrenia di quei tempi dove mods e rockers se la davano di santa ragione per questione di look (ma non solo). Jimy (Phil Daniels) e Monkey (Toyah Willcox) saranno nel sequel dell'opera rock degli Who, a quasi quarant'anni di distanza. Tratto da "To Be Someone" di Peter Meadows con la benedizione di Pete Townshend.

Il film di culto Quadrophenia del 1979 (regia di Franc Roddam) basato ed ispirato dall'omonimo album degli Who del 1973 avrà un sequel. Queste le ultime notizie che provengono da NME che riporta come dopo 37 anni dal film originale, l'attore Phil Daniels (James Michael "Jimmy" Cooper) e l'attrice Toyah Willcox (Monkey), diretti dal regista Ray Burdis incominceranno a girare questa estate il seguito del film.

Quadrophenia raccontava della disillusione di Jimmy, perfetto seguace dei mods (che contro i rockers nel maggio del 1964 diedero vita alla storica "battaglia di Brighton", una sorta di mega rissa), che abbandona i suoi "ideali" fatui e modaioli per tornare alla vita "normale". Come spesso si faceva negli anni '70 la vittima sacrificale del cambio di vita sarà una macchina (in questo caso la moto Vespa di Ace, il re dei mods impersonato dall'algido Sting) che verrà gettata da una scogliera. La tensione ecologista era ovviamente assopita.

Quadrophenia è stato composto e registrato dagli Who in piena esplosione della "quadrafonia" (sistema audio avveneristico che prevedeva quattro tracce audio su LP) e nella scelta del titolo si possono trovare riferimento non solo a questa tecnica sonora, ma anche alla "schizofrenia" (non letterale) di Jimmy, e alle differenti quattro personalità di componenti della band (all'epoca Roger Daltrey, Pete Townshend, John Entwistle e Keith Moon).

Ma fu proprio Quadrophenia, paradossalmente, ad avere grossi problemi nel mix finale, tanto che la maggior parte degli Who lo detestò. Il seguito filmico di Quadrophenia è basato sul libro di Peter Meadows "To Be Someone" e racconta della maturità dei principali protagonisti del primo film. Toyah Willcox (che tra l'altro è anche la moglie di Robert Fripp) svela che il suo personaggio (Monkey) "a quarant'anni di distanza, è diventata una predatrice sessuale e una protettrice di prostitute. Ha sposato uno degli altri protagonisti del primo film e ora sono una coppia di scambisti".

Insomma i mods e i rockers che avevano 18 anni nel primo film fanno oggi una "vita normale" proprio come era "normale" quella in cui, negli anni '60, giravano in Labretta e Vespa agghindate da mille specchietti (i mods) o si vestivano come Fonzie a cavallo di moto dalla sella spropositata (i rockers). Sembra invece che Sting non rifarà Ace nella nuova versione (probabilmente ancora arrabbiato per la Vespa distrutta). Nulla ancora si sa delle reazioni di Roger Daltrey mentre Pete Townshend sicuramente si troverà d'accordo con l'evoluzione dei personaggi di Quadrophenia, dato che aveva dato con piacere il placet alla "storia di Jimmy che continua" nel libro di Peter Meadows.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: