le notizie che fanno testo, dal 2010

Whitney Houston morta a Los Angeles. In stanza farmaci, non droga

Whitney Houston è morta. Il corpo senza vita è stato trovato in una camera d'albergo a Los Angeles. Anche se molti giornali hanno immediatamente ipotizzato che la causa del decesso possa essere stata la droga, che segnò la salute e la carriera di Whitney Houston, sembra che la cantante sia in realtà morta annegata nella vasca da bagno, forse dopo l'assunzione di qualche farmaco.

La Voce se n'è andata, come l'ha ribattezzata la conduttrice statunitense Oprah Winfrey. Whitney Houston è morta a 48 anni in una camera d'albergo a Los Angeles, alla vigilia dei Grammy Awards 2012, che si apriranno stasera a lutto.
Fino a Whitney Houston il mondo discografico era precluso ai cantanti di colore, mentre a partire dagli anni '80, grazie al rivoluzionario modo di cantare di "The Voice", le porte sono cominciate ad aprirsi.
Whitney Houston, apparentemente, ha avuto tutto dalla vita. Incoronata nel 2008 dal Guinness dei Primati come l'artista più premiata e popolare al mondo, guadagnando nel corso della sua carriera ben 6 Grammy Awards, l'equivalente per la musica del premio Oscar, 22 American Music Awards e vendendo ben 55 milioni di dischi, come certificato dalla RIAA (associazione dei produttori discografici degli Stati Uniti d'America), solo per citare alcuni numeri. Ma Whitney Houston non era solo voce e anima, soul, ma anche corpo, quello di "The Bodyguard" con Kevin Kostner, film degli anni '90 che ha decretato il successo della cantante anche nel campo cinematografico. Dal 2000, però, era cominciato il declino per Whitney Houston, soprattutto a causa delle vicende legali correlate all'ex marito Bobby Brown, cantante R&B dal passato non certo cristallino, visti i "problemi con la legge per molestie sessuali, guida in stato di ebbrezza e lesioni" come riporta anche Wikipedia. Il matrimonio con Bobby Brown è stato criticato fin dall'inizio dagli amici e familiari di Whitney Houston, che infatti cominciò pian piano non solo a rovinarsi l'immagine, ma purtroppo anche la vita, fino a quel momento costellata di successi. Poco dopo il matrimonio, avvenuto nel 1992, cominciarono le prime indiscrezioni sull'uso di droga da parte di Whitney Houston, fino alla notizia del 2003 che rivelò come la cantante fu picchiata da Bobby Brown a seguito di un litigio. Tremenda per Whitney Houston anche la causa legale che il padre-manager intentò contro di lei, chiedendo alla figlia 100 milioni di dollari. L'uomo morì poco dopo. Whitney Houston entrò e uscì da programmi di riabilitazione dalla droga, l'ultima volta nel maggio del 2011 come ammise la sua agente Kristen Foster, la stessa che ha diffuso la notizia della morte della cantante, senza specificare però le cause del decesso. In molti hanno quindi immediatamente associato la morte di Whitney Houston ad un suo possibile uso di droga, anche se nell'ultimo periodo la cantante continuò ad affermare di aver smesso di usarne. In realtà, come riporta il sito di gossip americano TMZ Whitney Houston potrebbe essere annegata nella vasca da bagno dopo aver assunto dei farmaci. La verità sulle cause della sua morte, comunque, saranno chiare solo dopo l'autopsia, che verrà effettuata pare nell'arco delle 24 ore.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: