le notizie che fanno testo, dal 2010

Whitney Houston: compagno Ray J non era con lei al momento della morte

Non sarebbe stato il compagno di Whitney Houston, il cantante rap Ray J, a chiamare per primo i soccorsi, ma pare una guardia del corpo di The Voice. Come alla figlia Bobbi Kristina (avuta con l'ex marito Whitney Houston Bobby Brown), la polizia gli ha impedito di vedere la salma.

Non sarebbe stato il compagno di Whitney Houston a chiamare i soccorsi dopo aver trovato la cantante morta nella sua stanza d'albergo a Los Angeles, come ipotizzato in un primo momento, ma le guardie del corpo. Secondo il sito di gossip TMZ, infatti, Ray J sarebbe stato avvertito della morte di Whitney Houston esattamente come la figlia, Bobbi Kristina (avuta con l'ex marito Bobby Brown), e cioè quando sul posto era già giunta la polizia, che non ha fatto entrare nessuno nella stanza, neanche per vedere la salma della cantante. La figlia Bobbi Kristina avrebbe cercato in tutti i modi di entrare per vedere la madre morta, arrivando pare anche ad urlare ed insultare gli agenti di guardia. Anche a Ray J, comunque, sarebbe stato impedito di entrare per vedere la compagna, e fonti ben informate sostengono che il cantante rap sia "distrutto" per la prematura e improvvisa scomparsa di Whitney Houston. Secondo il sito TMZ, Ray J non era con Whitney Houston né il giorno della sua morte né il giorno prima.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# Bobby Brown# Los Angeles# rap# Whitney Houston