le notizie che fanno testo, dal 2010

Napoli: donna morsa da un serpente "salva" grazie a WhatsApp

Una anziana donna è stata morsa da un serpente a San Giorgio a Cremano (Napoli) e i medici dell'ospedale Loreto Mare hanno chiesto aiuto alla Forestale attraverso WhatsApp. La donna è salva non tanto grazie all'ausilio della tecnologia ma perché in realtà, si è scoperto, il serpente non era velenoso.

"Una donna è stata accompagnata d'urgenza nel pomeriggio di ieri al pronto soccorso dell'ospedale Loreto Mare di Napoli dopo essere stata morsa da un serpente, incredibilmente strisciato nella sua abitazione. Sono stati attimi concitati quelli che gli operatori dell'ospedale Loreto Mare hanno vissuto nel pomeriggio di ieri trovandosi a dover soccorrere un'anziana donna aggredita nella sua abitazione di San Giorgio a Cremano (Napoli) da un serpente che a dire dei personale ospedaliero, sembrava essere una vipera" illustra in una nota il Corpo Forestale dello Stato.
"I medici hanno deciso di chiedere aiuto al Corpo Forestale dello Stato tramite l'applicazione telefonica di WhatsApp per procedere al riconoscimento della specie. Dopo il consulto con esperti erpetologi l'esemplare viene riconosciuto come un giovane biacco (hierophis viridiflavus) - spiega al termine del comunicato il CFS -, specie autoctona assolutamente innocua che, sebbene molto simile ad una vipera ed alquanto aggressiva se disturbata. Decisiva, in tal caso, per la favorevole risoluzione dell'emergenza, l'impiego della tecnologia con la specifica competenza tecnico scientifica ed alla prontezza del personale Forestale." In realtà, più che per la tecnolgia, la donna è salva perché il serpente non era velenoso.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: