le notizie che fanno testo, dal 2010

Ddl negazionismo: non si vogliono colpire le opinioni, assicura Verini (PD)

"Non si vogliono colpire le opinioni, ma semplicemente coloro che, in nome anche di teorie negazioniste, istigano alla violenza o commettono e conducono atti di violenza", assicura in una nota Walter Verini del Partito Democratico, commentando il ddl negazionismo in procinto di approdare alla Camera

"Non si vogliono colpire le opinioni, ma semplicemente coloro che, in nome anche di teorie negazioniste, istigano alla violenza o commettono e conducono atti di violenza. Insomma, si sanziona un comportamento, una condotta, non un'intenzione, un giudizio o un parere, per quanto ignobile e per quanto menzognero o falso esso possa essere. Questa è la ratio del provvedimento che interviene su un tema importantissimo e 'sensibile' "assicura l'esponente PD Walter Verini commentando il ddl negazionismo in procinto di approdare alla Camera
"Troppi sono i segni di sottovalutazione di gesti di intolleranza, violenza, o di negazionismo che rendono necessari provvedimenti di valore storico, politico-morale, di prevenzione ma anche di deterrenza penale. - afferma quindi il parlamentare - Il reato di negazionismo è ben delineato nei suoi elementi oggettivi soprattutto per il requisito della commissione delle condotte di propaganda, istigazione e incitamento, 'commessi in modo che derivi concreto pericolo di diffusione'. Si è voluta colpire una condotta pericolosa e negativa ma nella massima garanzia delle libertà individuali".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: