le notizie che fanno testo, dal 2010

Elezioni europee 2014, WWF: video per scegliere candidato giusto per l'ambiente

A tre settimane dalle elezioni europee 2014 il WWF lancia il video "Il loro impegno per il tuo interesse" per mostrare ai cittadini l'importanza di scegliere il candidato giusto per loro e per l'ambiente. Sono già "più di 300 i candidati provenienti da diversi gruppi politici e paesi che si sono espressi", di cui 110 sono italiani.

A tre settimane dalle elezioni europee 2014, che si tradurranno in un nuovo Parlamento europeo e in un nuovo Presidente della Commissione europea, proprio in un periodo in cui l'Italia assumerà il delicato ruolo di presidente di turno del Consiglio europeo, il WWF lancia oggi il video "Il loro impegno per il tuo interesse" per mostrare ai cittadini l'importanza di scegliere il candidato giusto per loro e per l'ambiente. Il WWF, come spiega in una nota, ha inserito il video in una piattaforma online in dodici lingue per tutti i paesi dell'Unione europea, in cui i candidati possono mostrare ai loro elettori il sostegno pubblico alle tematiche ambientali e le loro priorità, una volta eletti come membri del Parlamento europeo (MEP) sottoscrivendo l'Appello, lanciato lo scorso 7 aprile, che fa riferimento ai contenuti del Manifesto elaborato dal WWF, che presenta 9 filoni di intervento e 28 proposte sui temi sensibili in materia ambientale per la prossima legislatura.

Dante Caserta, presidente WWF Italia, sottolinea: "I cittadini spesso non si rendono conto fino a che punto l'Unione Europea sia fondamentale per il nostro benessere giorno dopo giorno. - ricordando - L'UE fissa molti standard, come ad esempio quelli che riguardano l'ambiente, la qualità e la salubrità dell'aria che respiriamo, dell'acqua che beviamo, del cibo che mangiamo, e anche delle bollette energetiche che paghiamo, dei posti di lavoro che vengono creati. Questo è il motivo per cui quando voteremo per le elezioni europee dovremo scegliere i politici che metteranno al primo posto i nostri interessi. Proprio perché il 95% dei cittadini dell'Unione Europea considera importante la salvaguardia dell'ambiente, le persone e l'ambiente devono avere la priorità".

Il presidente di WWF Italia spiega quindi che sono "già più di 300 i candidati provenienti da diversi gruppi politici e paesi che si sono espressi", di cui più di 110 sono italiani, mentre Luigi Epomiceno, direttore generale WWF Italia, evidenzia che a 3 mesi dal semestre italiano di Presidenza del Consiglio dell'UE in cui il nostro Paese dovrà guidare l'Europa "i vari leader dei maggiori partiti italiani" affrontano solo marginalmente i problemi legali all'ambiente. "Grande è la responsabilità dell'Italia in campo ambientale se si pensa che ancora non stiamo destinando fondi per l'attuazione della Strategia nazionale per la biodiversità, approvata nel 2010, quando è noto che l'Italia è il Paese più ricco di biodiversità in Europa con oltre il 30% della fauna e il 50% della flora europea in 1/30 di tutto il territorio europeo" avverte Stefano Lenzi, responsabile relazioni istituzionali WWF Italia, aggiungendo: "O quando, in campo energetico, facciamo ancora riferimento ad una Strategia Energetica Nazionale, approvata negli ultimi giorni del Governo Monti e ormai superata, che punta tutto sui combustibili fossili, senza che come richiesto dal WWF si punti a definire una Road Map per la decarbonizzazione che promuova le energie rinnovabili, il risparmio e l'efficienza energetica".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: