le notizie che fanno testo, dal 2010

Scandalo Volkswagen: "truccati" test su emissioni in USA. Indagine anche in UE

La US Environmental Protection Agency (EPA) ha accusato la casa automobilistica tedesca di aver inserito all'interno di alcuni modelli di automobili un software in grado di eludere i test governativi sulle emissioni inquinanti. I modelli della Volkswagen sotto accusa per aver truccato i test sono la Jetta (2009 - 2015); Beetle (2009 - 2015); Audi A3 (2009-2015); Golf (2009 - 2015) e Passat (2014 - 2015). Ad indagare sarà anche la Federal Motor Transport Authority, che intende verificare se "manipolazioni simili sulle emissioni hanno avuto luogo in Germania e nel resto dell'Europa" come annuncia un portavoce del Ministero dell'ambiente tedesco.

La Volkswagen aveva pubblicizzato le sue auto diesel negli Stati Uniti come la migliore vettura per l'ambiente. Ed invece, lo scorso venerdì la US Environmental Protection Agency (EPA) ha accusato la casa automobilistica tedesca di aver inserito all'interno di alcuni modelli di automobili un software in grado di eludere i test governativi sulle emissioni inquinanti. L'EPA sostiene quindi che le auto della Volkswagen durante la guida normale gli inquinanti supererebbero dalle 10 alle 40 volte i limiti di legge suelle emissioni. I modelli della Volkswagen sotto accusa per aver truccato i test sono la Jetta (2009 - 2015); Beetle (2009 - 2015); Audi A3 (2009-2015); Golf (2009 - 2015) e Passat (2014 - 2015). Lo scandalo è esploso dopo la International Council on Clean Transportation statunitense ha commissionato delle prove di emissione nel mondo reale su alcune autovetture, confrontando tali dati con i risultati di laboratorio. Superfluo sottolineare che le azioni della Volkswagen stanno crollando in Borsa.

Alla casa automobilistica tedesca è stato quindi ordinato di richiamare mezzo milione di vetture entro venerdì 26 settembre. La Volkswagen dovrà inoltre prepararsi a pagare delle multe miliardarie, senza contare che i vertici della multinazione potrebbero dover affrontare delle accuse penali. L'EPA ha già specificato che la multa per ogni veicolo che non rispetta le regole federali sulle emissioni potrebbe arrivare fino a 37.500 dollari. Sui media americani viene quindi calcolato che con 482.000 vetture coinvolte nello scandalo vendute dal 2008 ad oggi la Volkswagen potrebbe dover pagare oltre i 18 miliardi di dollari. Lo studio legale statunitense Hagens Berman ha inoltre già annunciato che lancerà una class action contro la Volkswagen a favore delle persone che hanno acquistato le auto sotto accusa. Ad indagare sarà anche la Federal Motor Transport Authority, che intende verificare se "manipolazioni simili sulle emissioni hanno avuto luogo in Germania e nel resto dell'Unione europea" come annuncia un portavoce del Ministero dell'ambiente tedesco. Intanto, l'amministratore delegato della Volkswagen ha chiesto scusa dopo che i regolatori statunitensi hanno scoperto che su alcune delle auto della compagnia tedesca i test americani sui livelli di inquinamento erano stati truccati per anni. Da ricordare che la Volkswagen è la casa automobilistica che ha annunciato che intende sostiture gli operai che andranno in pensione tra il 2015 e il 2030 con dei robot.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: