le notizie che fanno testo, dal 2010

Scandalo Volkswagen: USA controlla emissioni anche di Fiat Chrysler

Dopo lo scoppio dello scandalo Volkswagen, l'Epa americana testerà 28 modelli diesel delle maggiori case presenti sul mercato americano: BMW, General Motors, Land Rover, Mercedes-Benz e anche Fiat Chrysler, la quale ha già assicurato che i suoi veicoli non utilizzano software o altri impianti di manipolazione per ridurre le emissioni tossiche.

Dopo lo scoppio dello scandalo Volkswagen, la Fiat Chrysler Automobiles (FCA) aveva immediatamente assicurato che i suoi veicoli non utilizzano software o altri impianti di manipolazione per ridurre le emissioni tossiche in fase di test. La Fiat Chrysler Automobiles ha inoltre aggiunto che stava "lavorando a stretto contatto" con la US Environmental Protection Agency (EPA) e la California Air Resources Board affiché sia sempre garantita la conformità delle sue auto "a tutti i requisiti applicabili". La FCA non dovrebbe quindi preoccuparsi del fatto che l'EPA starebbe effettuando verifiche su molti altri marchi. Secondo il Financial Times verranno infatti testati 28 modelli diesel delle maggiori case presenti sul mercato americano: BMW, General Motors, Land Rover, Mercedes-Benz e appunto Chrysler. L'indagine dell'EPA punta infatti determinare se Volkswagen sia stata l'unica casa automobilistica ad aggirare i test sulle emissioni o se la pratica sia più diffusa di quanto si crede finora.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: