le notizie che fanno testo, dal 2010

Roma: doppie dimissioni in giunta. M5S contro Raggi: "gigante perdita"

A Roma la giunta guidata dal Virginia raggi perde due pezzi. Si dimettono il Capo di Gabinetto Carla Romana Raineri e l'assessore al Bilancio Marcello Minenna. Il MoVimento 5 Stelle non sembra contento, e Paola Taverna del mini-direttorio romano ammette: "Rappresenta una gigante perdita per la giunta".

Nella serata di ieri il sindaco di Roma Virginia Raggi in un post su Facebook informava di aver chiesto "un parere all'ANAC, l'Autorità Nazionale Anticorruzione, su tutte le nomine fatte finora dalla Giunta". "Una richiesta per garantire il massimo della trasparenza: il palazzo deve essere di vetro, tutti i cittadini devono poter vedere cosa accade dentro. Questo è il M5S" spiegava il primo cittadino pentastellato.

"Sulla base di due pareri contrastanti, ci siamo rivolti all'ANAC che, esaminate le carte, ha dichiarato che la nomina della dott.ssa Carla Romana Raineri a Capo di Gabinetto va rivista in quanto 'la corretta fonte normativa a cui fare riferimento è l'articolo 90 TUEL' e 'l'applicazione, al caso di specie, dell'articolo 110 TUEL è da ritenersi impropria'. Ne prendiamo atto" chiarisce quindi la Raggi, aggiungendo che "conseguentemente, sarà predisposta l'ordinanza di revoca".

Carla Romana Raineri però non ha atteso l'ordinanza e questa mattina ha rassegnato le proprie "dimissioni irrevocabili". Assieme al capo di gabinetto si è inoltre dimesso anche l'assessore al Bilancio Marcello Minenna. Entrambi avevano già collaborato durante il commissariamento di Francesco Paolo Tronca, nella segreteria tecnica del commissario.

Dietro la decisione di Minenna di dimettersi non ci sarebbe però solo la revoca dell'incarico della Raineri, ma anche il disaccordo su alcune nomine fatte dalla Raggi. Secondo quanto apprende l'Adnkronos, Minenna "avrebbe deciso di lasciare l'assessorato, infatti, anche per i rapporti tesi con l'amministrazione dovuti in particolare alle nomine di Salvatore Romeo e Raffaele Marra, considerati vicinissimi alla sindaca Virginia Raggi e al suo vice Daniele Frongia".

Le dimissioni non sembrano però essere state accolte con soddisfazione dal mini-direttorio che il MoVimento 5 Stelle ha affiancato alla Raggi per "seguirla" nel corso del suo lavoro. Paola Taverna ammette: "Se la giudice Raineri e l'assessore Minenna dovessero formalizzare le loro dimissioni, questo rappresenterebbe una gigante perdita per la giunta. Sono due figure la cui professionalità è riconosciuta a livello internazionale e sarebbe un duro colpo".

Continua quindi a rimanere vacante il delicato ruolo di capo di gabinetto al Campidoglio. Prima della nomina della Raineri infatti, Virginia Raggi aveva nominato il suo braccio destro Daniele Frongia, spostato poi al ruolo di vicesindaco.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: