le notizie che fanno testo, dal 2010

Catania, litigio con Montella, Maxi Lopez "ha sbagliato, sarà multato"

Clima rovente in casa del Catania. L'ad rossazzurro Pietro Lo Monaco ha proclamato il silenzio stampa, sentenziando la multa che Maxi Lopez dovrà pagare. Non è piaciuto infatti l'atteggiamento tenuto dall'argentino nei confronti dell'allenatore Vincenzo Montella, in occasione del rigore concesso al Catania domenica pomeriggio contro il Chievo.

Alla società catanese di sicuro non è andata giù la sconfitta di domenica contro il Chievo. Ma soprattutto non è piaciuto ciò che è successo in occasione del rigore che sarà poi sbagliato da Lodi al 68'. L'attaccante argentino Maxi Lopez, che si era procurato il penalty, è andato a discutere in modo troppo "animoso" prima con il compagno di squadra incaricato alla battuta, poi con l'allenatore Vincenzo Montella. A riguardo Pietro Lo Monaco, amministratore delegato del Catania, ha sentenziato: "Maxi Lopez verrà multato. Ha sbagliato e pagherà". Da parte del giocatore sono arrivate le scuse, ma la sanzione arriverà comunque per il semplice fatto, spiega Lo Monaco, che "nessuno può permettersi di sindacare le scelte dell'allenatore e da noi non era mai accaduto e non accadrà più". L'ad siciliano ricorda inoltre come ancora bruci la vicenda della scorsa estate, che ha visto protagonista Maxi Lopez e la Fiorentina. Il giocatore e la squadra raggiunsero infatti un accordo formale per il trasferimento, senza però parlarne con il Catania che, puntualmente, ha fatto saltare ogni affare. Il "contaccolpo psicologico" (così chiamato da Lo Monaco) avrebbe portato l'attaccante a tenere il comportamento scorretto della scorsa domenica, ma "Maxi Lopez - ha voluto precisare Lo Monaco - è per noi un giocatore importantissimo, vogliamo capitalizzare al massimo il suo valore. Ci aspettiamo ancora molto da lui". A sottolineare il clima infuocato arriva la decisione del silenzio stampa, ma già si spera che la squadra ritrovi la giusta concentrazione per arrivare a combattere per una posizione di classifica medio-alta e, perchè no, per un posto in Europa.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: