le notizie che fanno testo, dal 2010

Multe: ok far rispettare limiti ma investire in sicurezza stradale, dice Gibiino (Fi)

Vincenzo Gibiino di Forza Italia sulle risorse raccolte dalle multe.

"La legge prevede che il 50 per cento delle risorse raccolte attraverso le contravvenzioni venga investito per la sicurezza stradale - diffonde in una nota il senatore di Forza Italia Vincenzo Gibiino -, cosa che oggi purtroppo non avviene. Gli enti locali, attraverso la polizia municipale, siano certamente inflessibili nel fare rispettare le regole nelle nostre città, elevando le multe ove necessario, ma siano altrettanto virtuosi nell'applicazione di quanto disposto dallo Stato."

"Il rapporto redatto dall'ACI evidenzia come l'84 per cento delle contravvenzioni sia emesso dalle polizie locali se quanto previsto dalla legge, pur nella colpevole assenza di un decreto attuativo, fosse rispettato, la qualità della nostra rete viaria, urbana ed extraurbana, sarebbe nettamente superiore. Si intervenga dunque sugli incroci più pericolosi, realizzando rotatorie al loro posto, sull'illuminazione degli attraversamenti pedonali, sulle piste ciclabili. La sicurezza stradale ha certamente un costo elevato, ma le risorse, vista per di più la determinazione dei comuni nel fare cassa, non mancherebbero. Auspico che il nuovo Codice della strada, sul quale l'VIII Commissione del Senato ha espletato il suo mandato dando il proprio contributo al Governo, veda quanto prima la luce, contenendo lo stesso l'obbligo del reinvestimento da parte dei comuni" conclude il parlamentare forzista.

© riproduzione riservata | online: | update: 16/06/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Multe: ok far rispettare limiti ma investire in sicurezza stradale, dice Gibiino (Fi)
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI