le notizie che fanno testo, dal 2010

Di Viagra ce n'è uno solo: stop a salsa al peperoncino blu "Viagrino"

Stop alla commercializzazione del "Viagrino", una salsa piccante che aveva come marchio un peperoncino blu. Un prodotto che ricordava troppo, insomma, la nota pillola "Viagra".

Il "Viagrino" non sarà mai messo in commercio, perché, ovviamente, sia il marchio che il nome ricorda troppo quello del farmaco brevettato dalla Pfizer, il Viagra appunto.
E d'altronde, il produttore del "Viagrino" non sembrava mai aver nascosto l'allusione al "farmaco che ravviva la camera da letto", solo che probabilmente non immaginava che un prodotto alimentare originario della Puglia potesse incappare in una violazione dei diritti di marchio di un medicinale.
Il "Viagrino", infatti, è una salsa piccante che voleva essere commercializzata e pubblicizzata con un marchio che rappresentava un peperoncino blu, lo stesso colore della celebre pillola.
"Marchi come 'Viagra' rappresentano un asset fondamentale per Pfizer, ed è per questo che la società è pronta a reagire quando è informata di un uso non appropriato di 'Viagra' (o di sue varianti) anche in settori molto distanti rispetto al proprio core business, soprattutto in caso di registrazione di segni in violazione del marchio di Pfizer" spiegano Roberto Valenti e Alessandro Ferrari, rispettivamente partner e senior associate del dipartimento di Intellectual property & technology di Dla Piper, che hanno assistito l'azienda farmaceutica in tribunale.
E così la Pfizer ha ottenuto dall'azienda di Foggia la promessa a non utilizzare segni che comportino la contraffazione dei marchi Pfizer.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# contraffazione# farmaco# Ferrari# Foggia# Pfizer# Puglia# Viagra