le notizie che fanno testo, dal 2010

Omicidio Loris Stival: condannata a 30 anni Veronica Panarello

Veronica Panarello è stata condannata a 30 anni di carcere, con rito abbreviato, per aver ucciso il 29 novembre del 2014 il figlio Andrea Loris Stival. Veronica Panarello continua a dirsi innocente e punta il dito contro il suocero Andrea Stival, indicato come suo amante.

Senza troppe sorprese, il gup di Ragusa ha condannato a 30 anni di reclusione Veronica Panarello, accusa di aver ucciso il 29 novembre del 2014 il figlio Andrea Loris Stival. La sentenza è stata emessa a conclusione del processo col rito abbreviato condizionato da una perizia psichiatrica. Durante la lettura della condanna, Veronica Panarello ha pianto sommessamente.

Prima della sentenza, il legale della donna aveva ribadito che Veronica Panarello "si ritiene non colpevole", tanto da aver puntato il dito durante lo stesso processo contro il suocero Andrea Stival, indicato non solo come amante ma come autore materiale dell'omicidio del piccolo Loris. L'uomo infatti è indagato in un'altra inchiesta per concorso nell'omicidio del bambino, che secondo la mamma sarebbe stato ucciso dal nonno perché aveva scoperto la relazione extraconiugale.

I legali di Andrea Stival, dopo la sentenza di condanna di Veronica Panarello, auspicano però che tale fascicolo aperto come atto dovuto "venga chiuso al più presto per l'assoluta falsità delle accuse".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: