le notizie che fanno testo, dal 2010

Alluvioni, home page dei Verdi a lutto: è "disastro di Stato"

I Verdi "listano a lutto" la propria home page sottolineando che le alluvioni non sono eventi "imprevedibili" come "sindaci, presidenti di regione e ministri parlano indecentemente". Anche perché, evidenziano i Verdi, "hanno asfaltato, cementificato, costruito in aree di esondazione e violato vincoli di ogni genere".

Appena si affacciano le prime piogge ecco arrivare i disastri. Questa l'amara possibile sintesi della Federazione dei Verdi che "lista a lutto" il proprio sito nella home page (verdi.it) in cui si legge: "L'Italia messa in ginocchio dal fango è un 'DISASTRO DI STATO'". Spiegano i Verdi, ancor prima di entrare sul loro portale: "Nel 2011 in Italia si muore a causa delle piogge. E' una vera e propria vergogna. E mentre le nostre città sono devastate dal fango sindaci, presidenti di regione e ministri parlano indecentemente di eventi imprevedeibili... Gli effetti delle concessioni edilizie rilasciate sugli argini dei fiumi, dei torrenti, delle foci, quelle, erano prevedibili perché le hanno rilasciare loro. Hanno asfaltato, cementificato, costruito in aree di esondazione e violato vincoli di ogni genere. Questa classe politica va messa sotto processo perché non ha a cuore il destino dei cittadini. E mentre ogni settimana dobbiamo contare le vittime del dissesto continuano a spendere soldi per le grandi opere quando avremmo bisogno di rispetto della natura e di migliaia di piccoli cantieri per la difesa del suolo". Parole durissime quelle dei Verdi, quasi dissonanti, come sottolineano nella loro home page, dalle tesi che vogliono "politicamente" attribuire le tragedie al "fato" e all'onnipresente "cambiamento climatico". Così il il Presidente dei Verdi Angelo Bonelli si chiede: "Cosa deve ancora succedere prima che il Parlamento italiano si riunisca per varare un piano straordinario per la difesa del suolo e contro il dissesto idrogeologico? - e aggiunge - Governo e Parlamento si sveglino: è urgentissimo che le Camere approvino un piano straordinario per la messa in sicurezza del territorio e una legge che dica stop al consumo del suolo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: