le notizie che fanno testo, dal 2010

Venezuela: attacco chavista in Parlamento. "E' Maduro l'unico responsabile"

Militanti chavisti sono riusciti per 9 ore a tenere sotto assedio il Parlamento del Venezuela. Il presidente dell'Assemblea Julio Borges avverte: "E' solo un piccolo campione di quello che si sta preparando per il Venezuela con la Costituente fraudolenta lanciata da Maduro".

"Un gruppo minuscolo di persone pagate dal governo sono venuti oggi in questa sede per sequestrare non i deputati o i giornalisti, bensì la sovranità popolare venezuelana, la nostra democrazia" ha denunciato Julio Borges, presidente dell'Assemblea Nazionale venezuelana. Circa cento militanti chavisti, infatti, in occasione dell'anniversario dell'indipendenza del Venezuela, hanno occupato per circa 9 ore il Parlamento, tendendo di fatto in ostaggio 350 persone, 5 delle quali rimaste ferite.

Appena 24 ore prima, gruppi di militanti chavisti in sella ad alcune moto avevano invece imperversato a Caracas e in altre città terrorizzando la folla con colpi d'arma da fuoco.

"Maduro ha detto che condanna questi fatti di violenza, ma la verità è che è lui l'unico responsabile di questa violenza" aggiunge Borges, sottolineando che questo "è solo un piccolo campione di quello che si sta preparando per il Venezuela con la Costituente fraudolenta lanciata dal Presidente".

Nicolas Maduro ha infatti definito l'assedio solo come "un fatto strano, una sorta di rissa nei corridoi del Parlamento". Unanime la condanna da parte dei Paesi confinanti ma anche degli Stati Uniti, che ha definito l'assalto "inaccettabile". Antonio Tajani su Twitter fa invece sapere che il Parlamento europeo, di cui è presidente, "chiede elezioni subito" in Venezuela.

© riproduzione riservata | online: | update: 06/07/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Venezuela: attacco chavista in Parlamento. "E' Maduro l'unico responsabile"
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI