le notizie che fanno testo, dal 2010

Secessionisti veneti, ex sindaco Casale di Scodosia: "con crisi può succedere"

Dopo la notizia del blit dei Carabinieri del Ros contro un gruppo di secessionisti veneti, l'ex sindaco di Casale di Scodosia (Comune al centro dell'operazione), commenta: "C'è una crisi molto più profonda di quella descritta delle medie nazionale. Quando c'è malumore e malcontento e iniziano difficoltà economiche può succedere anche questo".

"Ho sentito parlare di arresti e di un tanko" spiega Renato Modenese, l'ex sindaco di Casale di Scodosia (Comune commissariato lo scorso ottobre dopo le dimissioni del primo cittadino e al centro dell'operazione dei militari), commentando il blitz dei Carabinieri del Ros contro "un gruppo riconducibile a diverse ideologie di tipo secessionista che aveva progettato iniziative anche violente finalizzate a sollecitare l'indipendenza del Veneto e di altre parti del territorio nazionale". Tra gli episodi contestati, anche la "costruzione di un carro armato da utilizzare per compiere un'azione eclatante a Venezia, in piazza San Marco", come il Tanko del 1997 dei Serenissimi. "Se devo essere sincero Casale di Scodosia purtroppo in questi ultimi anni ha subito una forte depressione economica rispetto agli anni d'oro, una crisi molto più profonda di quella descritta delle medie nazionale" continua ex sindaco, aggiungendo quiandi: "In situazioni del genere è comprensibile che possano accadere cose di questo tipo, quando c'è malumore e malcontento e iniziano difficoltà economiche può succedere anche questo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: