le notizie che fanno testo, dal 2010

Vatileaks 2: Nuzzi indagato, ma non si presenta davanti a pm Vaticano

Dopo lo scandalo Vatileaks 2, la Santa Sede ha indagato gli autori dei due libri che contengono i documenti riservati sottratti al Vaticano. Gianluigi Nuzzi, autore di "Via Crucis - Da documenti e registrazioni segrete", rivela di essere stato convocato dal promotore di giustizia vaticano, una sorta di pubblico ministero, per essere interrogato. Il giornalista, però, non si è presentato.

Dopo l'arresto di Lucio Angel Vallejo Balda e Francesca Chaouqui, rispettivamente segretario e membro della COSEA (Commissione referente di Studio e indirizzo sull'organizzazione delle Strutture Economico-Amministrative della Santa Sede), il Vaticano aveva precisato che i libri che contenevano i documenti rubati sono frutto "di una operazione per trarre vantaggio da un atto gravemente illecito di consegna di documentazione riservata, operazione i cui risvolti giuridici ed eventualmente penali sono oggetto di riflessione da parte dell'Ufficio del Promotore in vista di eventuali ulteriori provvedimenti, ricorrendo, se del caso, alla cooperazione internazionale". I libri in oggetto sono quelli di Emiliano Fittipaldi ("Avarizia") e Gianluigi Nuzzi ("Via Crucis - Da documenti e registrazioni segrete"), quest'ultimo autore anche nel 2012 di "Sua Santità - Le carte segrete di Benedetto XVI" che riportava al suo interno molti dei documenti privati di Papa Ratzinger trapelati durante lo scandalo Vatileaks, che portò all'arresto di Paolo Gabriele, maggiordomo del Santo Padre, processato, condannato e poi graziato dal Pontefice.

Fin da queste dichiarazioni, si era intuito che questa volta la Santa Sede non avrebbe "lasciato correre", ed infatti i due autori Fittipaldi e Nuzzi sono stati indagati dal Vaticano. E' probabile che la Santa Sede voglia appurare in quale maniera i due scrittori hanno ottenuto i documenti riservati. Questa mattina, 17 novembre, il promotore di giustizia vaticano, una sorta di pubblico ministero, ha infatti convocato Gianluigi Nuzzi per essere interrogato. E' lo stesso giornalista che sul suo blog rivela di essere stato "convocato venerdì scorso via email. - aggiungendo - Poche righe per invitarmi a comparire come indagato nel procedimento che coinvolge monsignor Vallejo Balda 'e altri' ". Gianluigi Nuzzi, però, fa sapere che non si presenterà all'interrogatorio, precisando anche: "Se il Vaticano intende delegare e sentirmi per rogatoria davanti all'autorità giudiziaria italiana, valuterò ovviamente se presentarmi e cosa dire, se mi presenterò".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: