notizie curiosità e varia umanità dalla rete
canali tematici di Mainfatti

Vaticano condanna rogo del Corano: gesto di grave oltraggio

Un chiesa protestante della Florida ha annunciato di avere l'intenzione di bruciare il libro sacro dell'Islam, il Corano, in occasione della ricorrenza dell'11 settembre. Il Vaticano condanna l'iniziativa: "A deprecabili atti di violenza non si può porre rimedio contrapponendo un gesto di grave oltraggio".

Un chiesa protestante della Florida nei giorni scorsi ha annunciato di avere l'intenzione di bruciare il libro sacro dell'Islam, il Corano, in occasione della ricorrenza dell'11 settembre.

Il Vaticano, attraverso il Pontificio Consiglio per il Dialogo interreligioso, ha comunicato oggi che "a quei deprecabili atti di violenza, infatti - riferendosi agli attentati dell'11 settembre - non si può porre rimedio contrapponendo un gesto di grave oltraggio al libro considerato sacro da una comunità religiosa".

Il Vaticano sottolinea che "ogni religione, con i rispettivi libri sacri, luoghi di culto e simboli ha diritto al rispetto e alla protezione" aggiungendo di accogliere con "viva preoccupazione" la notizia di questo cosiddetto Koran Burning Day.

Anche diverse autorità politiche americane hanno espresso indignazione verso tale iniziativa, come il segretario di Stato Hillary Clinton che l'ha definito "atto rrispettoso e vergognoso" ma anche il Ministro della Giustizia USA Eric Holder afferma che il rogo sarebbe "idiota e pericoloso".

Interviene nella vicenda anche l'alto rappresentante della politica estera della Unione Europea Catherine Ashton condannando "nella maniera più forte possibile" l'idea di "bruciare in piazza il Corano" poiché vi deve essere il "pieno rispetto per tutte le fedi religiose".

08/09/2010 | update: 08/09/2010
più informazioni su:
# Corano# Vaticano
Credits e info