le notizie che fanno testo, dal 2010

Chiti: voterò sì a referendum 17 aprile. PD sbaglia su astensionismo

"Andrò a votare sì al referendum sulle trivellazioni e sostengo le motivazioni delle Regioni che l'hanno proposto", diffonde in un comunicato Vannino Chiti senatore della minoranza dem, dopo che il PD ha invece si è iscritto tra i soggetti politici che faranno campagna per l'astensione al referendum del 17 aprile.

"Andrò a votare sì al referendum sulle trivellazioni e sostengo le motivazioni delle Regioni che l'hanno proposto. Nei referendum i partiti devono dare un orientamento ma poi lasciare sempre la libertà di voto" annuncia in una nota Vannino Chiti, senatore della minoranza dem, dopo che il PD si è iscritto tra i soggetti politici che faranno campagna per l'astensione al referendum del 17 aprile.
"Per noi è sempre stato così. Quello che ai partiti non può essere permesso è banalizzare questi appuntamenti di coinvolgimento dei cittadini e di fatto sostenere il non voto. Di tutto ha bisogno la nostra democrazia tranne che di incentivi all'astensionismo. - denuncia quindi il parlamentare - Già esiste un grande distacco tra partiti, istituzioni e cittadini. Non va incentivato ma superato. La paura della partecipazione è un arroccamento autodistruttivo".
"Anche ai partiti non conviene seminare vento perché si raccoglie tempesta. - avverte Chiti - Contrapporre poi al diritto democratico di decidere da parte dei cittadini i conti della spesa è sempre stato un esercizio autoritario delle destre: colpisce e sconcerta trovarlo ora nelle dichiarazioni di due vicesegretari del PD. Oltretutto sarebbe stato auspicabile l'election day con le amministrative: se c'è da cambiare le norme si può fare in poco tempo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: