le notizie che fanno testo, dal 2010

Lavitola "corruttore internazionale": mediatore tra Italia e Panama

Valter Lavitola sarebbe per i pm di Napoli, un "corruttore internazionale" perché "mediatore tra aziende italiane e il governo di Panama".

Per i pm di Napoli Valter Lavitola sarebbe un "corruttore internazionale" e un "mediatore tra aziende italiane e il governo di Panama". Da oggi nuove accuse vengono formulate, dalla Procura partenopea, nei confronti di Valter Lavitola, appena rientrato in Italia dopo mesi di latitanza (http://www.mainfatti.it/Valter-Lavitola/Valter-Lavitola-sorella-5-milioni-da-Berlusconi-per-il-suo-silenzio_043371033.htm). Lavitola è infatti indagato, insieme al senatore del Pdl Sergio De Gregorio, per associazione per delinquere legata ai fondi per l'editoria (http://www.mainfatti.it/Valter-Lavitola/Sergio-De-Gregorio-indagine-su-fondi-editoria-richiesta-d-arresto_043372033.htm), mentre il pm di Napoli contestano anche all'ex direttore dell'Avanti, attualmente in carcere a Poggioreale, il reato di corruzione internazionale in riferimento a presunte tangenti a Panama per l'appalto di costruzioni di carceri.
Per l'accusa, Valter Lavitola avrebbe reso possibile un'intesa tra un consorzio veneto e il governo di Panama per la realizzazione di quattro carceri modulari. Per i magistrati il valore di questo appalto per l'impresa veneta ammontava a circa 28 milioni di euro, mentre "le somme effettivamente corrisposte sono state individuate in 530mila euro e 140mila dollari". Tutto poi si bloccò, sostiene l'accusa, a causa dell'indagine sul caso Tarantini che vede coinvolto Lavitola.
Per la Procura di Napoli "il ruolo indispensabile di intermediario nell'attività corruttiva svolta da Lavitola" a Panama verrebbe dimostrato anche dal fatto che l'ex direttore dell'Avanti avrebbe pagato soggiorni "all inclusive" al presidente dello Stato dell'America centrale, come ad altri politici ed esponenti di spicco.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: