le notizie che fanno testo, dal 2010

Lavitola condannato a 2 anni e 8 mesi per estorsione a Berlusconi

Valter Lavitola è stato condannato a 2 anni ed 8 mesi per tentata estorsione ai danni di Silvio Berlusconi.

Al termine del rito abbreviato, Valter Lavitola è stato condannato a 2 anni ed 8 mesi per tentata estorsione ai danni di Silvio Berlusconi. Lavitola avrebbe tentato di estorcere al leader del PDL 5 milioni di euro mentre si trovava latitante in America Latina. L'indagine è stata condotta dai pm di Napoli Vincenzo Piscitelli e Henry John Woodcock, gli stessi che, in un'altra inchiesta, hanno iscritto nel registro degli indagati Berlusconi con l'accusa di corruzione e finanziamento illecito ai partiti , ipotizzando il versamento di due milioni in nero al senatore Sergio De Gregorio per passare dall'IdV al PDL. Pare che a fare pressioni su De Gregorio (per tramite di Berlusconi, secondo l'accusa) affinché lasciasse la maggioranza del governo guidato da Romano Prodi sia stato proprio Lavitola. Infine, Lavitola avrebbe tentato di ottenere vantaggi economici da Berlusconi anche sulla base di tale "compravendita". L'avvocato dell'ex direttore de L'Avanti spiega di non condividere la sentenza a 2 anni ed 8 mesi ma sottolinea: "Anche se rispetto alla pena di 4 anni chiesta dal pubblico ministero la decisione ridimensiona il fatto entro limiti molto meno allarmanti rispetto a quelli prospettati dall'accusa. Resta una contestazione a mio avviso fantasiosa priva di qualsiasi ancoraggio nella realtà e nel tenore dei rapporti tra Lavitola e Berlusconi".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: