le notizie che fanno testo, dal 2010

Valerio Scanu: radio nazionali non passano il mio singolo Sui nostri passi

Valerio Scanu denuncia che "le radio nazionali non passano" il suo nuovo singolo "Sui nostri passi", spiegando che "se non fosse per quelle locali" avrebbe già dovuto chiudere i battenti". Nonostante questo, Valerio Scanu scala la classifica FIMI dei singoli perché se è vero che deve riscostruire il rapporto con i media dall'altro parte del suo successo deriva proprio dalla sua voglia di onestà intellettuale.

"Il 7 gennaio è uscito il mio nuovo singolo Sui nostri passi ma le radio nazionali non lo passano. Se non fosse per quelle locali avrei già dovuto chiudere i battenti" denuncia Valerio Scanu nel corso di una intervista di Cinzia Marongiu su Tiscali.it. Dopo aver rivelato di essere stato "usato o poi gettato via dalle major del disco", in questo caso la Emi, Valerio Scanu ammette però che ad aver giocato un ruolo decisivo in questa sorta di ostracismo è stato il suo carattere "trasparente e puntiglioso" che spesso lo ha portato ad essere considerato solo come un "arrogante e un presuntuoso". Valerio Scanu, 23 anni, capisce quindi che deve "ricostruire tantissimi rapporti, a cominciare da quello con i media" ora che la sua carriera se la sta autoproducendo, come il suo ultimo disco che uscirà il 28 gennaio. "Spero nel riscontro del pubblico" spiega Valerio Scanu, che non sembra averlo abbandonato come le grosse case discografiche tanto che il cantante è al 12esimo posto con il singolo Sui Nostri Passi, che ha anticipato l'album, nella classifica FIMI dei singoli, conquistando la posizione più alta tra gli italiani, poiché nessuno è rientrato nella Top Ten. Ma parte del successo di Valerio Scanu arriva proprio dalla sua voglia, nonostante la giovane età, di onestà intellettuale, rivelando nel corso dell'intervista che la Emi vola solo fargli "cantare pezzi di cui possedevano le edizioni" perché "l'idea era che siccome avevo uno zoccolo duro di fan, qualsiasi cosa avessi cantato, perfino 'ambarabaciccicocò', sarebbe andata bene. Ma per me era diverso. - specifica il cantante maddalenino - Io volevo ampliare il raggio della mia fan page e cantare pezzi che davvero mi rispecchiassero. Così ho deciso di prendere in mano la mia vita artistica e di non delegare più agli altri. Scelgo da me, anche se interpello e ascolto diverse persone e collaboratori competenti".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

più informazioni su:
# album# Valerio Scanu