le notizie che fanno testo, dal 2010

Ricordare Massimo D'Antona è un monito per tutti noi, dice Fedeli (PD)

"Ricordare l'uccisione di Massimo D'Antona, giuslavorista e studioso di riconosciuto valore, assassinato da mano terrorista il 20 maggio del 1999, ci permette di rinnovare un monito per tutti noi", illustra in un comunicato Valeria Fedeli del Partito Democratico.

"Ricordare l'uccisione di Massimo D'Antona, giuslavorista e studioso di riconosciuto valore, assassinato da mano terrorista il 20 maggio del 1999, ci permette di rinnovare un monito per tutti noi affinché i valori del rispetto e del legittimo confronto democratico prevalgano sempre su qualsiasi forma di violenza politica, un messaggio da condividere costantemente con le giovani generazioni per tenere sempre in netta distinzione chi, con il proprio impegno, ha servito lo Stato e i cittadini e chi, con una propria delirante idea di lotta, ha saputo soltanto spezzare vite e provocare dolore" sottolinea Valeria Fedeli, esponente PD e vicepresidente del Senato.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: