le notizie che fanno testo, dal 2010

MotoGp: Lorenzo in vetta e Rossi riparte da 46

Era a 45 ed ora è a 46 vittorie Valentino Rossi, come il suo numero fortunato, quello davanti la moto. Campione del mondo della MotoGP è Jeorge Lorenzo ma il Dottore è contento, e il prossimo anno, con lui in Ducati, l'avversario diventa reale.

Era a 45 ed ora è a 46 vittorie Valentino Rossi, come il suo numero fortunato, quello davanti la moto. L'aveva detto e come sempre quando si mette in testa una cosa il Dottore è difficile che non la porti a termine. E successo addirittura dopo l'infortunio, quando aveva annunciato che in un paio di mesi sarebbe tornato in pista, e così è stato.
"Ho fatto grande fatica ma ringrazio il team. Sono contento", racconta soddisfatto Valentino Rossi e ora tutti i suoi "amici che si sono divertiti" gli devono "offrire una pizza", ricorda.
Su Jorge Lorenzo, campione del mondo della MotoGP 11 anni dopo l'ultimo spagnolo che si aggiudicò il titolo (Alex Criville), Valentino afferma che se lo è "meritato" e che gli ha fatto i "complimenti" ma aggiunge: "io corro per me, non per lui".
Il prossimo anno ci si aspetta già grandi sfide, con Valentino Rossi che passa alla Ducati.
Jorge Lorenzo invece è felice come una Pasqua ringraziando la squadra, la famiglia "e tutta la gente che ha spinto perché oggi fossi campione del mondo", afferma.
Anche Lorenzo pensa a lui che rimane in Yamaha e ad un Valentino Rossi ufficialmente avversario, ma ripensando all'esperienza avuta lottando per lo stesso team afferma sincero: "I pro superano i contro. Non siamo amici e ultimamente abbiamo avuto qualche screzio ma non posso dire che non è un grande campione, direi una bugia - concludendo - Ho imparato tantissimo da un pilota come Valentino".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: