le notizie che fanno testo, dal 2010

Valentina Vezzali lascia la scherma: ha formato il mio DNA

"Oggi è un giorno speciale: salgo in pedana per l'ultima volta. Lascio nella consapevolezza di aver dato tutto quello che potevo dare e di aver ricevuto altrettanto" scrive su Facebook Valentina Vezzali. La pluricampionessa Valentina Vezzali dice infatti addio alla scherma, non prima di aver portato la squadra di fioretto femminile nella finale dei Campionati del Mondo.

"Oggi è un giorno speciale: salgo in pedana per l'ultima volta. Lascio nella consapevolezza di aver dato tutto quello che potevo dare e di aver ricevuto altrettanto" scrive su Facebook Valentina Vezzali. Questa sera (ore 22:30 in Italia) la pluricampionessa Valentina Vezzali salirà infatti per l'ultima volta in pedana, quella del Carioca Arena 3 di Rio de Janeiro che accoglie l'Italia nella finale ai Campionati del Mondo di fioretto femminile a squadre. Vezzali ha guidato quindi anche in questa occasione la squadra azzurra, composta da Elisa Di Francisca, Arianna Errigo e Martina Batini, dalle fasi preliminari fino alla finale.

Valentina Vezzali saluta tutti i suoi fan in un video postato su Facebook poche ore fa nel quale spiega: "Nella scherma oltre il senso della misura è fondamentale una buona scelta di tempo. C'è un tempo per tutto e credo che questo sia il giusto tempo per togliere la maschera, appendere il fioretto al chiodo e avviare un nuovo inizio. - e sottolinea - La scherma è stata la mia vita, il fioretto mi accompagna da quando avevo poco più di 6 anni ed insieme abbiamo condiviso emozioni, delusioni, medaglie, infortuni, lacrime di gioia e lacrime di rabbia. Lascio la pedana nella consapevolezza di aver dato tutto quello che potevo dare a questo affascinante sport e la certezza di aver ricevuto almeno altrettanto. Ho due splenditi figli e una famiglia meravigliosa e da tempo ho cominciato a misurarmi nella vita anche fuori dalla pedana ma lasciare questo grande amore comunque non è facile. Ma di una cosa sono certa, la scherma mi ha insegnato a battermi e a non mollare mai, ha formato il mio DNA . E nella vita dopo ogni fine c'è sempre un inizio e io non vedo un tramonto ma l'alba di nuove sfide da affrontare e vincere".

Valentina Vezzali dice addio alla pedana ma entra di diritto nella leggenda della scherma italiana. Come riassume il CONI, la Vezzali infatti "nelle 5 edizioni dei Giochi Olimpici disputate ha vinto 3 ori, un argento e un bronzo individuali - oltre a tre ori e un bronzo a squadre -, si è laureata 6 volte campionessa del Mondo, vincendo anche due argenti e 4 bronzi iridati, più 10 ori e 3 argenti a squadre, ed è salita sul tetto d'Europa per 5 volte, mettendo in bacheca anche 3 argenti e due bronzi, più 8 ori, un argento e due bronzi a squadre. Ha ottenuto complessivamente 79 successi in Coppa del Mondo - il primo ad Atene a novembre del 1993 - alzando 11 Coppe del Mondo di specialità (la prima nel 1996), di cui sei consecutive tra il 1999 e il 2004".
La Vezzali lascia però allo slittinista italiano Armin Zoeggeler il primato di esser riuscito per 6 volte consecutive a salire sul podio olimpico in gare individuali nella stessa specialità in 6 edizioni dei Giochi Olimpici. Per eguagliare Zoeggeler, la fiorettista avrebbe dovuto infatti vincere un oro anche nelle Olimpiadi di Rio 2016. L'ultima avventura a cinque cerchi dell'azzurra rimarrà invece quella di Londra 2012, dove Valentina Vezzali è stata scelta come portabandiera.

Già da tempo però il mondo della Vezzali non è solamente quello sportivo. Dal 2013 infatti Valentina Vezzali si è reinventata politica approdando direttamente alla Camera dei Deputati con Scelta Civica, senza dimenticare quando di fronte a Silvio Berlusconi ammise che da lui si sarebbe fatta "veramente toccare", ovviamente in senso puramente schermistico.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: