le notizie che fanno testo, dal 2010

Usain Bolt riconquista la corona dei 100, ma senza incantare

In un meeting a Zagabria il primatista mondiale Usain Bolt riscatta la sconfitta ai Mondiali, ma mostra ancora delle lacune ai blocchi di partenza. L'idolo di casa Blanka Vlasic cede di nuovo lo scettro di saltatrice in alto alla russa Anna Chicherova. L'italiano Nicola Vizzoni solo sesto nel lancio del martello.

Il Re si riprende la corona. Usain Bolt, dopo la figuraccia ai Mondiali di Daegu (squalificato per falsa partenza), ritorna a volare sui 100 metri, conquistando con 9"85 il suo miglior tempo stagionale e la settima miglior prestazione dell'anno. E lo fa a Zagabria, Croazia, in un meeting dell'Iaaf World Challenge, dove il giamaicano però parte male, distendendosi nella progressione che lo ha reso famoso e surclassando Kim Collins (10"01). Il terzo tempo per Thompson con 10"03. Oltre all'ormai "showman" Bolt, in questo meeting l'attenzione era puntata sulla beniamina di casa, Blanca Vlasic. La 27enne campionessa del salto in alto ha però dovuto cedere alla russa Anna Chicherova che salta 2 metri come la Vlasic, ma vince perchè ha commesso meno errori. Per vedere l'unico italiano a Zagabria bisognava guardare il lancio del martello. Nicola Vizzoni (argendo alle olimpiadi di Sydney nel 2000) non è andato oltre al sesto posto misurando un lancio di 76 metri e 43. Ha vinto invece con 80,30 il tagiko Dilshod Nazarov, sopra Primoz Kozmus. Lo sloveno ha infatti chiuso a 2 centimetri dall'avversario con 80,28. Il gradino più basso è stato riservato all'ungherese Krisztian Pars (79,86).

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: