le notizie che fanno testo, dal 2010

Ricorso UDU test medicina 2013: stop numero chiuso o Tar anche contro test aprile

Il ricorso collettivo presentato dall'UDU al Tar del Lazio sul bonus inserito nei test di medicina 2013 ha visto la vittoria di oltre mille ricorrenti. Sono ancora molti i ricorsi presentati dall'UDU, il che potrebbe portare all'annullamento dei test di medicina 2013 e ad un possibile annullamento dell'intero concorso. Per questo il sindacato chiede una sanatoria per tutti gli studenti che hanno sostenuto il test di medicina 2013, il superamento del numero chiuso, e lo stop dei test di aprile 2014.

Prima vittoria in merito al ricorso collettivo presentato dall'UDU al Tar del Lazio sul bonus inserito nei test di medicina 2013, tanto che nell'ultima settimana sono oltre mille i ricorrenti che saranno ammessi ufficialmente all'Università con riserva dopo la ratifica del provvedimento da parte del tribunale amministrativo durante l'udienza del 20 febbraio. Ma le sentenze del Tar del Lazio potrebbero non essere finite. Sono ancora molti i ricorsi presentati dall'UDU in merito al il test di medicina 2013 e contro, in particolare, le irregolarità che sarebbero state riscontrate rispetto al bonus. L'UDU ha inoltre presentato un esposto alla procura di Firenze sulla mancata garanzia di anonimato, il cui esito potrebbe portare ad un annullamento dei test di medicina 2013, soprattutto dopo l'ultima sentenza del Consiglio di Stato che apre la strada non solo all'ammissione dei ricorrenti ma anche ad un possibile annullamento dell'intero concorso. L'UDU avvisa inoltre che nei prossimi mesi oltre 5000 studenti potrebbero essere riammessi grazie ai soli ricorsi sul test di medicina 2013. Per questo motivo, l'Unione degli universitari invita il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca a "spiegare agli studenti cosa vuole fare" e cioè "lasciare che sia la magistratura a garantire il diritto allo studio o fare mea culpa degli errori ministeriali, riconoscendo che il test di settembre è stato completamente falsato e garantire l'accesso all'Università agli studenti cui questo diritto è stato negato?". Per il momento, Maria Chiara Carrozza non sembra aver rispoto a tale quesito. L'UDU è comunque chiara: o il MIUR provvederà ad avviare una sanatoria per tutti gli studenti che hanno sostenuto il test di medicina 2013, aprendo nel frattempo un tavolo per il superamento all'Università del numero chiuso, oppure il sindacato continerà a presentare altri ricorsi tanto che "il ministero sarà costretto a fare iscrivere in sovrannumero". Inoltre, la Rete degli studenti medi avverte che ricorrerà allo strumento del ricorso al Tar anche contro i test di aprile 2014, se il MIUR non li abolirà, perché "gli studenti ad oggi stanno studiando solo per i test tralasciando tutto ciò che riguarda la conclusione del proprio percorso di studi che li porterà agli esami di maturità".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: