le notizie che fanno testo, dal 2010

MIUR, Profumo: unica graduatoria nazionale per facoltà a numero chiuso

Rispondendo ad una interrogazione, il ministro Francesco Profumo conferma che il MIUR sta pensando di adottare una unica graduatoria nazionale per l'accesso alle facoltà a numero chiuso. Il MIUR vorrebbe farlo "gradualmente" ma la Lega Nord chiede di "intervenire subito".

Nei prossimi anni il MIUR potrebbe stilare un'unica graduatoria nazionale per l'accesso alle facoltà universitarie a numero chiuso. E' questa l'idea del ministro dell'Istruzione Francesco Profumo che, nel corso del question time di ieri (5 dicembre 2012), ha anticipato il progetto di "perfezionare il sistema della selezione per l'ammissione ai corsi di laurea ad accesso programmato". Il 4 dicembre Gianpaolo Dozzo (Lega Nord) ha presentato una interrogazione a risposta immediata (3-02639) dove contestava il fatto che "i numeri del corrente anno accademico dimostrano come esistano casi di obiettiva e poco contestabile discriminazione tra i vari candidati" che hanno affrontato i test per l'accesso programmato di alcune facoltà universitarie "a seconda della sede prescelta", evidenziando che "ferma l'unicità delle prova, essa si svolge presso i singoli atenei e il collocamento in posizione utile avviene in singole graduatorie, anziché in una graduatoria unica". Il deputato Dozzo sottolinea quindi come "il collocamento in posizione utile dipende sia dal numero di posti disponibili sia dal numero di concorrenti presso ciascun ateneo, e dunque può accadere (...) che, se presso un ateneo del Sud è maggiore il numero dei posti, o minore il numero dei concorrenti, è sufficiente, per il collocamento in graduatoria, un 'punteggio inferiore' rispetto a quello necessario in altro ateneo del Nord". Nel corso del question time, Marco Maggioni (Lega Nord) fa quindi presente al ministro Profumo che "nei test di ingresso che si sono svolti il 4 settembre scorso si è evidenziato come, per accedere alle facoltà di medicina e chirurgia nei vari atenei del Paese, sia estremamente più facile accedere al Sud rispetto al Nord", chiedendo quindi al governo "se e come il Governo intende intervenire per porre fine a questa differenza". Francesco Profumo evidenzia quindi che anche se gli interroganti non ritengono "l'aggregazione di sedi universitarie limitrofe una soluzione adeguata", lo scorso anno, proprio "allo scopo di perfezionare il sistema di selezione per l'ammissione ai corsi di laurea ad accesso programmato sono state adottate due innovazioni: primo, la sperimentazione di aggregazioni delle sedi; secondo, la graduatoria unica per le aggregazioni". Il sistema adottato dal MIUR dell'ampliamento della graduatoria alle sedi aggregate "consente - continua Profumo - di ridurre il fenomeno della non ammissione ai corsi di laurea di candidati che hanno conseguito un punteggio superiore rispetto a quello che risulta sufficiente in un altro ateneo". Il MIUR però, conferma Profumo, sta già lavorando ad un "ulteriore perfezionamento del sistema", pensando proprio alla "formazione di un'unica graduatoria nazionale". Graduatoria nazionale che il MIUR non ha potuto adottare "in questo anno accademico" a causa "delle difficoltà economiche del Paese e per le difficoltà di spostamento degli studenti", prosegue Profumo. Il ministro ribadisce però che il MIUR ha tutta "l'intenzione di apportare tale innovazione", cioè la graduatoria unica nazionale per l'accesso alle facoltà universitarie a numero chiuso, anche se specifica che dovrà essere "introdotta gradualmente". Maggioni replica al ministro Profumo ricordando che per eccedere, per esempio, "alla facoltà di medicina e chirurgia: a Napoli il punteggio minimo è stato di 36,74; di 37 invece a Cagliari, Sassari, Perugia e Roma; di 42 (ben 42!) a Milano, Varese e in Piemonte Orientale e di 43 a Padova, Trieste, Udine e Pavia". Per questo motivo, il deputato della Lega Nord invita il governo e il MIUR ad "intervenire subito con la graduatoria unica, perché diversamente" si assiterebbe "ad un sistema che continua ad essere discriminatorio ed inefficiente".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: