le notizie che fanno testo, dal 2010

Unioncamere: protesti dimezzati in 2 anni, nel 2017 meno 47%

Unioncamere diffonde gli ultimi dati sui protesti.

"Protesti dimezzati rispetto al 2015. E' la fotografia che emerge dai dati raccolti dalle Camere di commercio ed elaborati da InfoCamere per conto di Unioncamere. Rispetto ai primi nove mesi del 2015, nel 2017 i mancati pagamenti si sono infatti ridotti del 47% in termini di numero e del 63% in termini di valore, unendo nella discesa sia l'andamento delle cambiali, dimezzate in termini di numero e del 71% in termini di valore, che quello degli assegni, in frenata del 36% nei valori assoluti e dimezzati in termini monetari" diffondono in un comunicato dall'associazione.

Da Unioncamere comunicano in conclusione: "Fra gennaio e settembre 2017 le occasioni in cui un cittadino o un'impresa si sono visti costretti a ricorrere ad un pubblico ufficiale per notificare la mancata accettazione di una cambiale o di un assegno hanno toccato quota 385.107, per un valore complessivo di quasi 630 milioni di euro. L'80% dei 'pagherò' è rappresentato da cambiali (309.146), mentre gli assegni costituiscono il 20% (75.961)."

© riproduzione riservata | online: | update: 15/03/2018

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

argomenti correlati:
euro Unioncamere
social foto
Unioncamere: protesti dimezzati in 2 anni, nel 2017 meno 47%
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI