le notizie che fanno testo, dal 2010

Pensioni, no innalzamento a 67 anni: penalizza tutti, dice Unimpresa

Unimpresa contro il possibile decreto del governo che innalzerebbe a 67 anni e 7 mesi l'età per andare in pensione.

"Un eventuale nuovo intervento sulla previdenza con l'innalzamento dell'età pensionabile a 67 anni a partire dal 2019 penalizza sia i lavoratori sia le aziende" avverte in una nota Maria Concetta Cammarata, vicepresidente di Unimpresa, commentando l'ipotesi di un decreto del governo che innalzerebbe ulteriormente l'età per andare in pensione.

"Per i lavoratori, si allungherebbe ancora di più la vita lavorativa oltre le aspettative a lungo pianificate; per le aziende, si creerebbe ancora una volta un quadro di incertezza, con costi maggiori e con l'impossibilità di procedere al necessario ricambio occupazionale del quale trarrebbe benefici l'intera economia italiana", sottolinea.

"La certezza del diritto, soprattutto in campo fiscale e nel settore della previdenza, è un valore imprescindibile per chi fa impresa. - precisa - Le continue riforme, così come i provvedimenti scritti male e in fretta, non gettano le basi per poter fare investimenti. E invece, negli ultimi anni, si sono susseguiti continui interventi normativi, in alcuni casi una vera e propria tela di Penelope, che hanno confuso le aziende del Paese". "Anche per queste ragioni - conclude Unimpresa - si scelgono Paesi che hanno quadri legislativi più stabili: la fuga all'estero nasce anche da qui".

© riproduzione riservata | online: | update: 20/06/2017

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE:

social foto
Pensioni, no innalzamento a 67 anni: penalizza tutti, dice Unimpresa
Mainfatti, le notizie che fanno testo
Questo sito utilizza cookie di terze parti: cliccando su 'chiudi', proseguendo la navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai clickQUICHIUDI