le notizie che fanno testo, dal 2010

Bossi si scusa con Brunetta e difende Tremonti "dai lupi"

Umberto Bossi spiega di aver chiesto scusa a Renato Brunetta, visto che lui si sarebbe "offeso", mentre rivela che Giulio Tremonti con i leghisti "si sente sicuro" e non "abbandonato in mezzo ai lupi".

Io stimo Brunetta" spiega Umberto Bossi dopo la cena privata col ministro dell'Economia Giulio Tremonti, che ha compiuto 64 anni. Il Senatur rivela che Renato Brunetta si sarebbe "offeso" per il fatto di averlo chiamato "Nano di Venezia, etc. etc.", e per questo motivo Bossi gli avrebbe "telefonato per chiedergli scusa" spiegandogli che "a volte le parole scappano, la politica in certi momenti si scalda". Umberto Bossi spende parole di favore anche per il collega dell'Economia, affermando: "Tremonti si sente sicuro quando ci siamo noi, non si sente abbandonato in mezzo ai lupi". Ma il leader del Carroccio sembra far capire che comunque non intende concedere niente, augurando quindi a Giulio Tremonti, come regalo di compleanno, di "riposarsi, perché bisogna ritornare in Parlamento e riprendere in mano la manovra" visto che "dopo aver salvato le pensioni - conclude Bossi - si può trovare una via più completa per gli enti locali".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: