le notizie che fanno testo, dal 2010

Bossi: salvi dal default? Non ancora. Italia, Paese che non può durare

Umberto Bossi torna a rispolverare la secessione, sfidando il fatto di "porsi fuori della storia", e rivelando che l'Italia, in reltà, non è ancora salva dal fallimento.

Nel giorno in cui Piazza Affari chiude come la peggiore tra le Borse in Europa, ecco che arriva anche una "rassicurazione" dal ministro per il federalismo, che dalla Sagra della Zucca di Pecorara (Piacenza), risponde con un "non ancora" ad un militante che lo ringrazia per aver salvato l'Italia dal fallimento. Per Umberto Bossi, quindi, il rischio default per il Bel Paese è ancora reale, soprattutto se "milioni di persone" continuano a vivere "alle spalle del Nord", come torna a ricordare il Senatur. Bossi, dopo il monito di Giorgio Napolitano che a fine settembre aveva affermato che "agitare ancora la bandiera della secessione significa porsi fuori della storia" (http://is.gd/EAvz2e), torna infatti a parlare della "divisione" che ci dovrebbe essere tra Nord e Sud Italia, sostenendo di avere dei "dubbi" sul fatto che il Paese può continuare "a durare" in questo modo ancora a lungo. "Non basta metter fuori la bandiera tricolore" continua Umberto Bossi, spiegando ancora, come già altre volte in passato, che "se il nord fosse libero sarebbe uno dei Paesi più ricchi d'Europa". Anche per questo motivo, rivela il Senatur, la Lega Nord ha avuto un ruolo "determinate" nella stesura della lettera inviata all'UE, perché Bossi, spiega, sta "sempre in allerta quando sente parlare di Europa". Secondo Umberto Bossi, infatti, l'Unione europea non capirebbe che "il Paese sono in realtà due Paesi divisi, uniti da quei disgraziati dei savoiardi (riferendosi presumibilmente ai Savoia, ndr)". Bossi assicura poi che è stata la Lega Nord ad impedire "di tagliare le pensioni di anzianità", ammettendo che invece la proposta di fare "le gabbie previdenziali è una bella idea", perché, naturalmente, "al Nord danno più di quello che ottengono, mentre al Sud danno poco e ricevono di più". Gabbie previdenziali starebbe a significare, per il Senatur, "ottenere per quel che paghiamo". E mentre il ministro per il Federalismo rispolvera la secessione, il Presidente della Repubblica evidenzia che "si avverte oggi un acuto bisogno di più cultura delle istituzioni, di più senso delle istituzioni, di più attenzione all'esercizio delle funzioni dello Stato e alle condizioni in cui versano le sue strutture portanti".
</editing>

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: