le notizie che fanno testo, dal 2010

Bossi: cimici a casa ma non a Varese, lì ho "fucile da caccia"

Umberto Bossi rivela, mentre si trova in vacanza a Ponte di Legno, che "un paio di mesi fa" ha trovato nella sua casa di Roma e nell'ufficio del Ministero delle Riforme delle "cimici", ma non a Varese: "lì ho fucile da caccia e rivoltella" dice.

Qualcuno ha spiato Umberto Bossi, almeno per un certo periodo e stando alle sue dichiarazioni, e chissà per scoprire che cosa. Il leader del Carroccio spiega infatti a qualche giornalista che circa un paio di mesi fa avrebbe trovato nella sua abitazione romana, nella zona di Porta Pia, e nel suo ufficio presso il Ministero delle Riforme delle cosiddette "cimici".
Umberto Bossi si è incominciato ad insospettire quando ha cominciato a capire che troppe persone sapevano ciò che invece diceva solo alla sua segretaria.
Anche se Bossi è "uno che tende a minimizzare", la Procura di Roma sembra che abbia aperto un fascicolo contro ignoti dopo aver appreso il fatto tramite queste dichiarazioni pubblicate sulla stampa.
Umberto Bossi spiega che non volle aprire un'inchiesta in merito al caso per non "fare casino", anche se rivela che Maroni ha "mandato un po' di suoi uomini" La bonifica dei luoghi è stata fatta privatamente e Umberto Bossi specifica che nella sua casa a Varese, invece, non è stata trovata neanche una cimice anche perché lì il Senatur avrebbe "un fucile da caccia e una rivoltella", commenta.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: