le notizie che fanno testo, dal 2010

Uganda: attentato rivendicato da Al Shabaab, 74 morti

A rivendicare l'attentato che ha causato 74 morti a Kampala, in Uganda, durante la partita tra Spagna e Olanda, è stato il movimento integralista islamico somalo degli Al Shabaab.

A rivendicare l'attentato che ha causato 74 morti a Kampala, in Uganda, durante la partita tra Spagna e Olanda, è stato il movimento integralista islamico somalo degli Al Shabaab.
"Ci siamo noi dietro questo attacco, perché siamo in guerra con loro", riferendosi naturalmente agli ugandesi, come ha detto in un comunicato il portavoce degli Al Shabaab. La rivendicazione continua dicendo di aver "già messo in guardia gli ugandesi dall'astenersi da tutte le azioni in Somalia".
Ricordiamo che l'attentato sembra che sia stato perpetrato da dei kamikaze, e che ci siano state due detonazioni, in un ristorante etiope. Per la polizia ugandese, gli attentati sono stati compiuti appositamente durante la partita dei Mondiali, perché il calcio considerato un "atto satanico" in alcune province dai cosiddetti talebani del luogo. Per gli Al Shabaab, invece, è un messaggio per l'Uganda e il Burundi: "Se i loro soldati non se ne andranno dalla Somalia le esplosioni continueranno anche a Bujumbura". I soldati in questione sarebbero i 2mila militari dell'Unione europea oltre ai 6mila mandati appunto dall'Uganda e dal Burundi nella missione di "pace" che cerca di aiutare il governo di Mogadiscio dalle insidie dei gruppi quali gli Al Shabaab.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: