le notizie che fanno testo, dal 2010

Guidolin: Rennes non meritava di perdere, e Udinese di vincere

La squadra di Guidolin porta i tre punti a casa ma applaude il Rennes. Di Natale e Armero firmano il 2 a 1 che li lancia nel girone I, prima degli scontri diretti con Celtic e Atletico Madrid.

Tre punti per iniziare e per sperare. L'Udinese comincia al meglio la sua avventura in Europa League, vincendo la prima partita di un girone di ferro contro il Rennes. I bianconeri soffrono per gran parte della gara, ma alla fine portano a casa un 2 a 1 frutto di esperienza mista a un pizzico di fortuna. E' Hadji a siglare con il gol lo strapotere fisico dei francesi dimostrato soprattutto a centrocampo. Il marocchino fulmina Handanovic con un sinistro sul primo palo dopo aver bruciato sullo scatto Benatia grazie al lancio di Dalmat. L'Udinese accusa il colpo e rischia di subire ancora. Ma i francesi non hanno fatto i conti con Totò Di Natale che scatta sul filo del fuorigioco e con un diagonale insacca il pareggio. Ma il Rennes continua a dominare e, dopo esser andata vicino al gol varie volte, perde Boukari per infortunio ed è costretta a giocare in dieci visto che l'allenatore Antonetti ha già effettuato tutti i cambi a disposizione. E' una fortuna per i friulani guidati da Guidolin che si spingono alla disperata ricerca del gol, sfiorato un paio di volte ed infine arrivato all/83' con Armero. L'azione si sviluppa grazie alla verticalizzazione di Asamoah per il colombiano che di sinistro mette la palla all'angolino. Alla fine è un 2-1 che regala la prima gioia dell'Italia che deve cercare in tutti i modi di risalire nel ranking Uefa. Guidolin fa il punto della situazione, applaudendo il Rennes che ha fatto sicuramente di più rispetto alla sua Udinese: "Il Rennes ha giocato bene e non meritava di perdere - ha commentato il tecnico di Castelfranco Veneto - Questa volta la vittoria non è meritata. La squadra ha ottenuto il massimo risultato col minimo sforzo e se fosse andata così anche con l'Arsenal adesso saremmo qui a fare un'altra competizione". Con queste parole Guidolin dimostra tutto il suo rammarico per la sfortuna che non gli ha permesso di compertere in Champions League, ma poi guarda avanti a sé e vede un Udinese che ha ancora molta strada da fare, causa i nuovi inserimenti: "Il risultato è soddisfacente, ci sono però tante cose da fare. E' un'Udinese nuova - commenta il tecnico di Castelfranco Veneto - con giocatori nuovi, con ragazzi giovani che non comunicano ancora bene. Andare avanti in Coppa? E' un girone duro, faremo il possibile per tenere in piedi le tre competizioni. Spero di avere presto tutti a disposizione. Fra due giorni giochiamo in campionato e giocare il giovedì in Coppa è difficile. Stiamo cercando di dosare le forze". Il prossimo impegno dell'Udinese in Europa League sarà a Glasgow contro il Celtic che ieri ha perso 2 a 0 contro l'Atletico Madrid.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: