le notizie che fanno testo, dal 2010

Ucraina: zona di libero scambio con UE. Putin: per Kiev sarà un "calvario"

Nel corso del vertice di oggi a Bruxelles, Georgia, Moldova ed Ucraina hanno firmato con l'Unione europea una serie di accordi di associazione, che prevedono la creazione di una zona di libero scambio tra questi Paesi e l'UE. Vladimir Putin commenta: "Per l'Ucraina, l'associazione con l'UE sarà un calvario".

Nel corso del vertice di oggi a Bruxelles, Georgia, Moldova ed Ucraina hanno firmato con l'Unione europea una serie di accordi di associazione, che prevedono la creazione di una zona di libero scambio tra questi Paesi e l'UE. Kiev ha firmato solo la parte economica poiché, a seguito della crisi in Ucraina, la parte politica dell'accordo con l'UE era già stata sottoscritta il 21 marzo scorso. Il patto economico prevede una zona di libero scambio, con entrata in vigore in autunno, poiché l'accordo deve essere ratificato dapprima dal Parlamento ucraino. Il 3 aprile, il Parlamento europeo aveva già eliminato il 98% dei dazi doganali esistenti sulle importazioni dall'Ucraina. La Russia ha accordi di libero scambio con l'Ucraina e la Moldova nel quadro CSI, mentre la Georgia, che non è membro della Comunità degli Stati Indipendenti, ha comunque ancora in piedi diversi patti commerciali CSI. Alla notizia della firma degli accordi commerciali con l'Unione europea, il presidente russo Vladimir Putin ha sottolineato che "per l'Ucraina, l'associazione con l'UE sarà un calvario, in quanto i suoi prodotti diventeranno meno competitivi sul mercato russo" come riporta l'agenzia di stampa Ria Novosti. Alcuni funzionari russi avrebbero invece avvertito che l'accordo con l'UE per la Moldova potrebbe significare perdere il mercato CSI, oltre al fatto che darà un duro colpo alle relazioni bilaterali tra i due Paesi. In risposta al tentativo di integrazione della Georgia in Unione europea, all'inizio di giugno Putin aveva invece già assicurato alla Commissione UE che Mosca non avrebbe portato avanti alcuna azione nei confronti del paese.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: