le notizie che fanno testo, dal 2010

Ucraina, Poroshenko: ok cessate il fuoco per venerdì dopo incontro a Minsk

A margine del vertice NATO, il presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko annuncia un cessate il fuoco bilaterale per venerdì 5 settembre, subordinato all'incontro in programma a Minsk dove le parti dovranno sottoscrivere un piano di pace.

Mentre in Galles si sta svolgendo il vertice NATO, il presidente ucraino Petro Poroshenko e il principale leader dei ribelli filo-russi hanno annunciato un cessate il fuoco a partire da venerdì 5 settembre, a condizione che sia firmato un accordo su un nuovo piano di pace. Parlando a margine del vertice della NATO, Poroshenko ha infatti precisato che il cessate il fuoco è subordinato all'incontro in programma a Minsk domani alle ore 7:00 EDT (ossia l'ora legale orientale) con i rappresentanti dell'Ucraina, della Russia, dell'Europa e dell'OSCE. Poroshenko dichiara infatti che se l'incontro avverrà chiamerà il comando generale per "istituire un cessate il fuoco bilaterale. - aggiungendo - Nella speranza che l'attuazione del piano di pace inizi domani stesso". Alexander Zakharchenko, a capo della Repubblica Popolare di Donetsk, conferma che anche i separatisti ordineranno un cessate il fuoco sempre che i rappresentanti di Kiev sottoscriveranno un piano di pace nel corso della riunione a Minsk. Tra i ribelli regna però ancora lo scetticismo. Interpellato dalla Reuters, uno degli esponenti filorussi, Oleg Tsaryov, ha infatti ricordato come in passato "Poroshenko non abbia onorato altri cessate il fuoco". Oltre al piano presentato da Vladimir Putin, anche la possibile tregua di domani potrebbe favorire il blocco delle ulteriori sanzioni che l'Unione europea vorrebbe applicare alla Russia.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: