le notizie che fanno testo, dal 2010

Ucraina, NATO: serve comando interforze. Putin: Russia è nazione nucleare potente

La NATO propone di creare comando inferforze multinazionale di 10.000 effettivi (composto dal personale di diversi Stati) da utilizzare nel caso ci sia la necessità di una reazione rapida e forte, visto che la tensione in Ucraina continua a salire. Vladimi Putin avverte che "è meglio non scontrarsi con la Russia per quanto riguarda un possibile conflitto armato" anche perché "è una delle nazioni nucleari più potenti al mondo".

E' ancora alta la tensione in Ucraina. Stati Uniti e Unione europea proseguono sulla linea dettata dalla NATO, che accusa la Russia non solo di "continuare a fornire ai separatisti dell'Est carri armati, veicoli corazzati, artiglieria e lanciarazzi" ma di aver anche effettuato "operazioni militari dirette" partite "sia dal territorio russo che all'interno dell'Ucraina stessa". La NATO denuncia che quello della Russia "non è un atto isolato, ma fa parte di un modus pericoloso atto da molti mesi a destabilizzare l'Ucraina come nazione sovrana" aggiungendo che le incursione russe sono quindi "una palese violazione della sovranità dell'Ucraina e della sua integrità territoriale" e va a minare "tutti gli sforzi diplomatici per una soluzione pacifica". Mosca continua a rispedire al mittente tali accuse, smentendo un proprio coinvolgimento diretto in Ucraina, pur auspicando che Kiev consideri seriamente la possibilità di creare uno Stato federale per soddisfare tutte le anime che vivono in quel territorio, parte delle quali al momento non risconoscono l'autorità del governo in carica.

Dopo le dichiarazioni della NATO, che propone anche di creare una sorta di comando inferforze multinazionale di 10.000 effettivi (composto dal personale di diversi Stati) per fronteggiare la minaccia russa in Ucraina, Vladimir Putin precisa che, nonostante per il momento "non sia venuto in mente a nessuno di scatenare un conflitto su larga scala contro la Russia", Mosca è "pronta a respingere qualsiasi aggressione", chiarendo: "I Paesi partner dovrebbero essere sempre consapevoli del fatto che non importa in quali condizioni siano i loro governi o quale idea di politica estera vogliano esercitare, ma che è meglio non scontrarsi con la Russia per quanto riguarda un possibile conflitto armato". Putin quindi aggiunge: "Voglio ricordare che la Russia è una delle nazioni nucleari più potenti al mondo. Questa è una realtà, non sono solo parole. - e prosegue - Stiamo rafforzando le nostre forze di deterrenza nucleare e le nostre forze armate. Esse sono sempre più compatte e più efficienti allo stesso tempo. Sono sempre più moderne grazie ai più recenti armamenti". Putin chiarisce: "Continuiamo a costruire questo potenziale e lo faremo in futuro, non per minacciare qualcuno ma affinché la Russia si senta sicura e tranquilla, anche per poter proseguire il nostro sviluppo economico e sociale". Il presidente russo comunque conclude: "Voglio dire subito che la Russia è ben lontana dal farsi coinvolgere in eventuali conflitti su larga scala. Non vogliamo e non intendiamo farlo".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: