le notizie che fanno testo, dal 2010

UE elimina dazi su importazioni da Ucraina da maggio 2014

L'UE approva la rimozione del 98% dei dazi doganali esistenti sulle importazioni dall'Ucraina. L'Ucraina invece non avrà l'obbligo di ricambiare rimuovendo i propri dazi doganali sulle importazioni dall'UE. Oltre ai dazi, c'è probabilmente chi spera che non vengano eliminati anche i "controlli" visto che l'Ucraina ancora oggi deve fare i conti con il disastro nucleare di Chernobyl.

Il Parlamento europeo approva la proposta che punta ad eliminare circa il 98% dei dazi doganali esistenti sulle importazioni dall'Ucraina di ferro, acciaio, prodotti e macchinari agricoli. Nel dettaglio questa misura unilaterale, che entrerà in vigore da maggio 2014 (fino massimo al 1 novembre 2014), rimuoverà il 94,7% delle tariffe doganali UE esistenti sui beni industriali importati dall'Ucraina e ridurrà quelle residue per altri beni industriali. Saranno rimossi anche oltre l'80% dei dazi UE su prodotti agricoli. Tuttavia, l'UE limiterà la quantità di prodotti "sensibili", come i cereali, carne di maiale, manzo, pollame, e prodotti alimentari trasformati, che possono essere importati senza dazi, in modo da non ledere gli interessi dei produttori europei di questi beni. Oltre ai dazi, c'è probabilmente chi spera che non vengano eliminati anche i "controlli" visto che l'Ucraina ancora oggi deve fare i conti con il disastro nucleare di Chernobyl. La misura commerciale comunitaria non richiede comunque reciprocità all'Ucraina che non avrà l'obbligo di ricambiare rimuovendo i propri dazi doganali sulle importazioni dall'UE, ma solo di non aumentarli. Il Parlamento europeo sottolinea che le importazioni nell'UE provenienti da Ucraina dovranno comunque essere conformi alle norme comunitarie in materia di etichettatura di origine e le autorità ucraine dovranno garantire che le merci dei paesi terzi 'mascherate' da ucraine non entreranno nell'UE attraverso l'Ucraina. Il provvedimento autorizza tuttavia l'Unione europea a reintrodurre i dazi sulle importazioni dall'Ucraina nel caso i beni provenienti da questo paese inondassero il mercato interno causando, o minacciando di causare, gravi difficoltà ai produttori europei degli stessi beni. La normativa richiede ancora l'approvazione formale del Consiglio dei ministri dell'UE, ma il capo della politica estera UE Catherine Ashton ha già annunciato che le preferenze doganali "inizieranno a essere applicate entro poche settimane".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: