le notizie che fanno testo, dal 2010

Russia: pronti ad inviare secondo convoglio aiuti in Ucraina orientale

La Russia ha annunciato di voler inviare un secondo convoglio di aiuti umanitari in Ucraina orientale, possibilmente sotto la bandiera della Croce Rossa. Il presidente ucraino Petro Poroshenko, nel corso di una conversazione telefonica con il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy, si è detto "preoccupato" rispetto al piano della Russia di inviare un nuovo convoglio di aiuti all'Ucraina.

La Russia annuncia di voler inviare un nuovo convoglio con aiuti umanitari diretti alle popolazioni dell'Ucraina orientale, che si trovano in mezzo alla guerra tra gli indipendentisti che non riconoscono l'autorità di Kiev e le forze governative. Oltre alle 2mila vittime, nelle regioni sotto assedio cominciano infatti a scarseggiare i beni di prima necessità. Dopo un blocco durato giorni, il 22 agosto un convoglio russo composto da 280 camion si è diretto nella città orientale dell'Ucraina di Luhansk nonostante le resistenze di Kiev, che ha parlato di "invasione". Mosca però non sembra intenzionata a cedere, e dichiara che entro questa settimana i funzionari russi della Croce Rossa discuteranno con un rappresentante del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) per trovare l'accordo in merito alla consegna di un altro lotto di aiuti umanitari russo in Ucraina orientale. "Abbiamo concordato di incontrarci con il rappresentante CICR giovedì 28 agosto. Sarebbe giusto inviare questo secondo convoglio umanitario sotto la bandiera della Croce Rossa russa. Ciò renderà l'intera situazione molto più semplice" spiega Igor Trunov, che dirige il reparto di Mosca della Croce Rossa russa. Il faccia a faccia dovrebbe avvenire con Pascal Cuttat, capo della delegazione regionale del CICR in Russia, Bielorussia, Moldova e Ucraina.

Il presidente ucraino Petro Poroshenko, nel corso di una conversazione telefonica con il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy, si è detto "preoccupato" rispetto al piano della Russia di inviare un nuovo convoglio di aiuti all'Ucraina. Martedì 26 agosto avrà luogo una riunione a Minsk tra i leader di Ucraina, Russia e UE ma Poroshenko e Van Rompuy hanno convenuto che la questione ucraina potrebbe essere discussa separatamente dai capi di Stato e di governo dell'UE in occasione di una riunione del Consiglio d'Europa che si svolgerà a Bruxelles il 30 agosto. Intanto, il portavoce del governo tedesco Georg Streiter ha già auspicato che il nuovo convoglio umanitario russo parta accompagnato dalla Croce Rossa. Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha specificato che il nuovo convoglio di aiuti umanitari percorrà lo stesso percorso del precedente e che è stata inviata una nota al ministero degli Esteri ucraino e al Comitato internazionale della Croce Rossa con un elenco dettagliato del carico previsto.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: