le notizie che fanno testo, dal 2010

Fine del mondo: Maya, Bugarach e gli UFO il 21 dicembre 2012

La presunta fine del mondo della profezia Maya, che cadrà secondo il loro calendario il 21 dicembre 2012, si avvicina. Ovviamente, ci saranno degli "eletti" che si salveranno dall'apocalisse, grazie naturalmente agli alieni (magari scesi da Nibiru). E dove si daranno appuntamento "eletti" e UFO? A quanto pare a Bugarach, nel sud della Francia.

Secondo le interpretazioni di "un" calendario Maya la fine del mondo arriverà il 21 dicembre 2012. Gli "interpreti" non sanno però come il mondo finirà, anche se ci sono ovviamemente delle ipotesi. Potrebbe essere per la caduta di un asteroide sulla Terra (ma non è 99942 Apophis e neppure l'Asteroide 2012 DA14), oppure per Nibiru che nella fuffologia corrente, da pianeta ipotizzato da Zecharia Sitchin è diventato, dopo essere stato il "Pianeta X", un minaccioso meteorite sulla CNN. Neppure la NASA con una pagina dove risponde alle domande più frequenti è riuscita a mettere una pietra sopra (ma forse non è il termine più giusto) alla questione della fine del mondo connessa ai Maya e alle minacce venute dallo Spazio profondo. Ma oltre il pericolo di una fine del mondo "cosmica" non manca la semplice "autodistruzione" terrestre a base di cinematografiche onde, terremoti, eruzioni vulcaniche. Insomma il 21 dicembre 2012 "profetizzato" dai Maya sarebbe davvero l'apocalisse, ma non in senso greco (apocalisse significa "rivelazione") ma in senso di "Armageddon - Giudizio finale" con Bruce Willis.

Fine dei mutui, delle rate della macchina, delle cartelle di Equitalia, fine dei debiti, insomma fine di tutto? Forse no, perché in ogni fine del mondo che si rispetti, Maya o non Maya, c'è chi sopravviverà e chi no. Anche per i teorici della fine del mondo, che dovrebbero essere maggiormente vicini all'"amore universale" più di altri, esiste infatti una schiera di eletti (in cui ovviamente stanno anche loro) e che sanno come salvarsi (e conoscono tutte le dritte per farlo), mentre la grande massa di "pecoroni" si troveranno immersi in uno scenario degno dei più feroci rendering catastrofistici di Hollywood. Così a quasi un mese dalla fine del mondo sembra che "gli eletti" incomincino davvero a a fare sul serio. Anche sul web italiano, uno dei più attivi riguardo fuffologia e materie affini, incominciano a rincorrersi le voci su dei luoghi per "salvarsi" e vedere l'alba del "giorno dopo", cioè del 22 dicembre 2012. Uno di questi luoghi, abbastanza vicino al Bel Paese, mormorato sottovoce sulle chat audio/video sarebbe Bugarach (nel sud della Francia) (detto con diverse cadenze, anche "esplosive"), minuscolo villaggio francese di meno di 200 anime che però "custodisce", come nella migliore tradizione fuffologica televisiva, una vetta piena di mistero che si chiama Pic de Bugarach.

Sintetizzando, chi starà la sera della fine del mondo 2012 sul Pic de Bugarach, o nelle sue vicinanze, secondo le interpretazioni dei guru sulla profezia Maya (Maya che ovviamente villeggiavano nel sud della Francia) sarà "salvato". Ma da chi? Ma dagli alieni naturalmente. Gli alieni a Bugarach stanno di casa, avvistamenti UFO e "incontri ravvicinati del terzo" tipo, anche con esseri "umanoidi", sono da quelle parti un "déjà vu". Il fatto che Pic de Bugarach abbia una certa somiglianza con la Devils Tower nel Wyoming, "ossessione geologica" di Roy Neary (Richard Dreyfuss) e leitmotiv visionario di "Incontri ravvicinati del Terzo Tipo" di Steven Spielberg, non deve certo stupire. Spielberg dopo un soggiorno a Bugarach prima del '77 avrebbe avuto l'ispirazione proprio dal picco francese per il soggetto di "Close Encounters of the Third Kind". Così come l'ispirazione, davanti al Pic de Bugarach, ancora inconsapevoli della "fine del mondo Maya", l'avrebbero presa anche Victor Hugo, Jules Verne e Claude Debussy. E la "montagna capovolta", come viene anche chiamata, sarebbe stata anche la sede del Sacro Graal (magari prima di essere trasferito a Rennes-Le-Chateau), nonché di caverne sconosciute e misteriose che conserverebbero tesori e misteri a non finire, oltre che UFO nascosti pronti a partire in occasione della fine del mondo 2012.

Ma la fine del mondo per il villaggio di Bugarach è già iniziata anni fa, ed è proprio colpa del Maya, dicono gli abitanti. Questo stupendo villaggio dalla natura aspra ed incontaminata, nel dipartimento dell'Aude, è diventato un inferno immobiliare dove le case sono diventate preda di chi ha i soldi per farsi "salvare" dagli alieni. Un boom immobiliare che non permette neppure ai pastori di comprarsi le terre per i pascoli, tanto è la richiesta. Come raccontava France Soir a fine 2010 Sigrid Bernard, una delle proprietarie di una piccola struttura ricettiva: "La gente mi chiede spesso se ho visto dischi volanti o se conosco l'esistenza di passaggi segreti sotto la montagna...e io rispondo immancabilmente che non ho mai visto niente che io non sono a conoscenza di nulla!".

Da quel giorno si può immaginare l'escalation, perché in previsione della fine del mondo a Bugarach è sicuramente finita la pace. I Maya hanno "costretto" quindi il prefetto Eric Freysselinard del dipartimento dell'Aude a chiudere al pubblico, proprio il giorno della presunta fine del mondo (il 21 dicembre 2012), l'accesso al picco di Bugarach e di far presenziare il territorio ed i dintorni della montagna con le forze dell'ordine dato che si aspettano centinaia di persone che vorranno salire per "salvarsi". Afferma il prefetto alla stampa francese: "Ci aspettiamo un po' di illuminati, qualche persona che crede a questa fine del mondo, ma un numero estremamente limitato. Ci prepariamo invece all'arrivo di curiosi, in quantità impossibili da determinare, e soprattutto un bel po' di giornalisti".
Vuoi mettere fare la cronaca della fine del mondo?

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: