le notizie che fanno testo, dal 2010

CIA: UFO anni '50 e '60 erano aerei spia U-2 dell'Area 51

LA CIA pubblica un rapporto che rivela come tra gli anni 1950 e 1960 aumentarono gli avvistamenti UFO perché erano iniziati i voli degli aerei spia U-2, quelli progettati dagli Stati Uniti durante la Guerra Fredda per oltrepassare (dal cielo) la cortina di ferro e sviluppati presso la misteriosa Area 51 in Nevada. Perde quindi di ogni veridicità anche il Project Blue Book.

La nuova strategia della CIA è rivelare segreti custoditi per anni dal servizio di intelligence americano attraverso Twitter, anche se finora si sono dimostrati solo come quelli "di Pulcinella". E così, la Central Intelligence Agency inaugura il 2015 rivelando che molti degli avvistamenti UFO tra gli anni '50 e '60 sono da imputare ai voli degli aerei spia U-2, quelli progettati dagli Stati Uniti durante la Guerra Fredda per oltrepassare (dal cielo) la cortina di ferro. In realtà, è da anni che esiste il dubbio che questi aerei spia potessero aver avuto un ruolo nei vari avvistamenti UFO, soprattutto perché l'U-2 fu sviluppato proprio presso la misteriosa Area 51 in Nevada. Il 29 dicembre l'agenzia di spionaggio statunitense decide comunque di pubblicare il rapporto "The CIA and the U-2 Program, 1954-1974" , che presenta una intera sezione sugli UFO e sui loro avvistamenti. Il rapporto spiega che l'aereo spia U-2 ha fatto diverse missioni di ricognizione ad alta quota tra gli anni '50 e '60, evidenziando che spesso veniva "scambiato" per un oggetto volante non identificato poiché era in grado di raggiungere altezze (superiori ai 60.000 piedi) impensabili da raggiungere per altri veivoli dell'epoca. Nel rapporto della CIA si legge quindi che "i test ad alta quota dell'U-2 presto portarono ad un effetto collaterale inaspettato. - cioè - Un enorme aumento nelle segnalazioni di oggetti volanti non identificati (UFO)". LA CIA svela che le segnalazioni che giungevano dai piloti delle linee aeree avvenivano "prevalentemente nelle prime ore serali" e soprattutto se stavano volando "da est a ovest", spiegando che quando il Sole scendeva sotto l'orizzonte gli U-2 erano infatti simili ad "oggetti di fuoco". Viene quindi rivelato che a causa degli incrementi degli avvistamenti UFO, la CIA decise di varare il Project Blue Book (condotto dall'USAF) che "ha raccolto tutte le segnalazioni", pari a 12.618 casi di cui solo 701 rimasero classificati come "non identificati". Con la pubblicazione di questo rapporto della CIA, quindi, perde di ogni veridicità anche il Progetto Libro Blu.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: