le notizie che fanno testo, dal 2010

Astronavi aliene in avvicinamento sulla Terra. Ma SETI smentisce

Tre astronavi enormi si stanno avvicinando alla Terra, pronte a raggiungerla entro il 21 dicembre 2012. Una bufala che sta facendo il giro del web, soprattutto su quei siti che pubblicano delle "informazioni senza nemmeno controllare le fonti", come sottolinea il SETI nella sua smentita.

Tre astronavi aliene si stanno avvicinando alla Terra. Addirittura alcuni siti (che però almeno dal nome dovrebbero occuparsi di ben altri argomenti) sostengono che non meglio identificati ricercatori del SETI (lo stesso che rilevò nel 1977 il "segnale Wow!") avrebbero affermato che le tre gigantesche astronavi saranno visibili con telescopi appena si avvicineranno all'orbita di Marte. Naturalmente, per altri ancora la "veridicità" della scoperta sta nel fatto che si avvicina il 21 dicembre 2012, data che segnerebbe "la fine del mondo" secondo alcune interpretazioni del calendario Maya.
Una notizia sconvolgente, di quelle però che forse potrebbero interessare solo programmi televisivi "misteriosi" e non certo la comunità scientifica. A far pensare che la notizia sia una colossale bufala il fatto che nessun quotidiano se ne sia occupato, eppure la notizia di astronavi aliene in avvicinamento sulla Terra, a breve addirittura visibili ad occhio nudo, dovrebbe aver fatto saltare la scaletta di ogni redazione e riempire le prime pagine dei giornali. Il "sospetto" che si tratti di un fake anche il fatto che nella homepage del SETI Institute non campeggi la straordinaria scoperta fatta dai suoi stessi ricercatori, mentre è stata pubblicata una smentita di questi rumors partiti, a quanto pare, dal sito Examiner.com (http://is.gd/21bpv0) e ripreso dalla Pravda.ru (http://is.gd/6g4rKa). Nella smentita del SETI si sottolinea che la notizia delle tre astronavi UFO "è una sciocchezza, una bufala" ma anche che esistono "siti web acritici che pubblicano tali tipi di informazioni senza nemmeno controllare le fonti".
A firmare la smentita del SETI il Dr. Seth Shostak, astronomo Senior del Search for Extra-Terrestrial Intelligence, che mette persino in evidenza "alcuni aspetti della storia" che "ovviamente avrebbero dovuto far sospettare di una bufala".
Tra questi, l'astronomo fa notare che nel racconto le tre astronavi aliene sono state descritte "come di qualche centinaia di chilometri in termini di dimensioni", avvistate "oltre l'orbita di Plutone" e scoperte dal "SETI utilizzando la matrice di antenne HAARP (http://is.gd/JjdUe0)". Per cominciare, il Dr. Seth Shostak spiega che HAARP (High Frequency Active Auroral Research Program) si trova in Alaska mentre la posizione dei tre UFO avrebbe "come declinazione -90 gradi o il polo sud celeste", precisando quindi che "chiunque esperto di geometria elementare sa che non è possibile vedere questa parte del cielo dall'Alaska!". Inoltre, cosa che avrebbe dovuto mettere subito in dubbio la veridicità della notizia, il fatto che "né il SETI Institute, né alcun altro progetto SETI fa uso di HAARP", come precisa la smentita.
Il SETI spiega inoltre che il citato astrofisico Craig Kasnov non ha mai lavorato presso l'Istituto Search for Extra-Terrestrial Intelligence, e che quindi la storia delle tre astronavi aliene che si starebbero avvicinando alla Terra in vista del 21 dicembre 2012 è basata "sulla testimonianza di un personaggio immaginario".
Il Dr. Seth Shostak infine lascia intendere, in maniera ironica, che se mai il SETI avvisterà delle astronavi aliene la notizia verrà sicuramente riportata sul loro sito internet, concludendo quindi che "l'arrivo nel 2012 di presunti oggetti volanti non identificati provenienti da un altro mondo è credibile quanto l'annuncio che il mondo finirà secondo il calendario Maya".

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: