le notizie che fanno testo, dal 2010

UE, Olli Rehn: "gli ultimi dati economici sull'Italia non sono buoni"

Nonostante Enrico Letta veda "segnali di ripresa" all'orizzonte (sinonimo dei "ristoranti pieni" di Silvio Berlusconi e dell' "uscita dal tunnel" di Mario Monti), il commissario UE agli Affari economici, Olli Rehn, dichiara che "gli ultimi dati economici sull'Italia non sono buoni". Gli fa eco il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem che afferma: "Per l'Italia la cosa più importante è la stabilità politica".

Nonostante Enrico Letta veda "segnali di ripresa" all'orizzonte (sinonimo dei "ristoranti pieni" di Silvio Berlusconi e dell' "uscita dal tunnel" di Mario Monti), il commissario UE agli Affari economici, Olli Rehn, dichiara che "gli ultimi dati economici sull'Italia non sono buoni", riferendosi anche all'ultimo calo del Pil del secondo trimestre (-0,2%). Per Olli Rehn "l'Italia è scossa da turbolenze politiche" e pur sottolineando che in Europa sono "tutti consapevoli che il governo di recente ha preso chiari impegni e sta andando avanti" precisa che "ora è importante che eviti l'instabilità politica e si concentri sulle riforme economiche, perché questo è quello che le serve". Fa eco a Rehn anche il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem, evidenziando che una crisi di governo non sarebbe salutare per l'Italia, tanto che qualcuno già mette in evidenza quella che sembra l'ennesima ingerenza dell'Europa nella vita politica del Paese.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: