le notizie che fanno testo, dal 2010

Agrinsieme: UE mette a rischio agricoltura biologica italiana

"L'agricoltura biologica italiana rischia di essere penalizzata dalla riforma della normativa comunitaria" denuncia Agrinsieme in una lettera inviata ai parlamentari italiani in Europa in vista della votazione alla Commissione agricoltura del Parlamento UE in programma per oggi a Bruxelles. L'appello di Agrinsieme sembra però essere caduto nel vuoto visto che la Commissione agricoltura del Parlamento europeo ha approvato il testo.

"L'agricoltura biologica italiana rischia di essere penalizzata dalla riforma della normativa comunitaria" denuncia Agrinsieme in una lettera inviata ai parlamentari italiani in Europa in vista della votazione alla Commissione agricoltura del Parlamento UE in programma per oggi a Bruxelles. Agrinsieme spiega infatti che alcuni degli emendamenti proposti dal relatore tedesco Häusling potrebbero avere un impatto negativo in termini di sicurezza e qualità delle produzioni biologiche e, nello specifico, di quella italiana. Il coordinamento tra Cia, Confagricoltura, Copagri e Alleanza delle cooperative agroalimentari precisa infatti che la proposta del relatore "lascia irrisolta la questione della presenza di sostanze e prodotti non autorizzati nei prodotti biologici, materia su cui manca di fatto un'armonizzazione a livello comunitario, dal momento che solo l'Italia e pochi altri Paesi hanno deciso di fissare per legge una soglia massima di contaminazione". Agrinsieme esprime riserve anche in merito alla definizione di "gruppo di operatori" ai fini della certificazione, ai controlli e alla deroga concessa a quei Paesi che - per particolari condizioni climatiche - potranno esportare prodotto biologico non conforme ai rigidi standard europei (come nel caso del riso dei Paesi dell'Indocina). Agrinsieme denuncia quindi che con questi provvedimenti esiste il serio rischio "di abbassare la qualità delle produzioni biologiche italiane ed europee e favorire le importazioni, con gravi conseguenze per il mercato di questo importante settore della produzione primaria".
L'appello di Agrinsieme sembra però essere caduto nel vuoto visto che la Commissione agricoltura del Parlamento europeo ha approvato il testo con 33 voti favorevoli, 4 contrari e 7 astensioni, dando mandato al relatore di avviare i negoziato con il Consiglio UE per arrivare ad un testo finale.

• DALLA PRIMAPAGINA:

• POTREBBE INTERESSARTI:

• LE ALTRE NOTIZIE: